Notizie locali
Pubblicità

Sport

Serie C, il Catania spera nel Massimino per ritrovare la vittoria perduta

Di Giovanni Finocchiaro

TORRE DEL GRIFO - Il girone C apre domani la 13ª giornata di serie C. E torna a giocare in casa il Catania di Sottil  che al "Massimino" riceve la Reggina (ore 20.45) per cercare di ritrovare la vittoria perduta. Gli etnei hanno completato, quasi, una settimana serena e di lavoro distribuito nell’arco di cinque giornate. Da sabato in poi ricomincerà la corsa, perchè dopo il match in notturna con la Reggina (attenzione all’orario di inizio: 20,45 e non 20,30) la squadra etnea avrà pochissime ore per riposare. Sarà prevista la partenza per Matera; qui martedì alle 14,30, orario anticipato nei giorni scorsi, si giocherà il recupero della terza giornata più volte rinviato e, una volta che s’è arrivati al posticipo del posticipo, ecco il cambiamento d’orario. 

Pubblicità

Insomma, dopo che il Catania avrà recuperato il match con la Viterbese (e non si conosce ancora la data ufficiale) Sottil potrà programmare quanto meno le partite alla pari con le altre avversarie e non correre a destra e a manca per giocare: a questo percorso non dimentichiamo di aggiungere la Coppa Italia di Serie C (contro il Catanzaro si giocherà a gennaio) e quella Vip, con il Catania il 5 dicembre al Mapei Stadium di Reggio Emilia per sfidare il Sassuolo.

In caso di qualificazione, i rossazzurri incrocerebbero il Napoli di Ancelotti, soprattutto il Napoli dei tifosi che sono amici, anzi fratelli, con i sostenitori del Catania. Sarebbe, come abbiamo già scritto, una grande festa di sport, oltre alla partita.

Tornando all’attualità, domani Sottil pare intenzionato a riproporre il 4-2-3-1, ma con molti dubbi in formazione, legati all’abbondanza di soluzioni. Meglio così. Sul fronte infortuni, Calapai non è riuscito a recuperare  ma c’era da attendersi la notizia definitiva in chiave non certo positiva. Llama invece a avanti a piccoli passi e sarà a disposizione di Sottil per il match di domani sera ma partirà dalla panchina. Uno tra Marotta e Curiale starà inizialmente fuori, ma è possibile che si assista a una staffetta durante il match, se dovesse essere necessario. Sugli esterni è possibile che Barisic e Manneh giochino accanto a Lodi, anche se non è da scartare l’ipotesi Baraye (o Vassallo) avanzato a sinistra. A destra c’è anche una soluzione Scaglia già provata in precedenza.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA