Notizie locali
Pubblicità

Sport

Juve eliminata dai ragazzini terribili dell'Ajax: la Champions League resta un'ossessione

Di Redazione

TORINO - La Champions League resta utopia e ossessione in casa Juventus. Per il secondo anno consecutivo i bianconeri sono stati eliminati ai quarti di finale. Stavolta a far fuori gli uomini di Allegri è stato l’Ajax che dopo aver eliminato il Real Madrid negli ottavi di finale vincendo al Santiago Bernabeu ha compiuto un altro capolavoro calcistico battendo la Juventus all’Allianz Stadium di Torino per 1-2 e approdando in semifinale grazie ai gol di Van de Beek (34') e De Ligt (67') che hanno rimontato il vantaggio iniziale di Cristiano Ronado (28').

Pubblicità

Come aveva anticipato Massimiliano Allegri nella conferenza stampa della vigilia, la Juventus questa sera avrebbe dovuto avere molto rispetto dell’Ajax soprattutto quando i lancieri erano in fase offensiva e così è stato. I bianconeri hanno giocato la loro partita sapendo che gli uomini di Ten Hag avrebbero affrontato il match con grande spavalderia. E la Juventus ha mantenuto ordine e disciplina solamente fino al vantaggio firmato da Ronaldo: al 28' CR7 è partito al limite dell’area sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Pjanic e tutto solo in mezzo all’area ha battuto di testa Onana. Prima di convalidare, l’arbitro Turpin ha chiesto l’intervento del VAR per un presunto fallo su Veltman risultato poi essere una spinta del compagno De Ligt. Sei minuti più tardi l’Ajax ha però rimesso le cose a posto quando una conclusione dalla distanza di Ziyech si è trasformata in un assist di Van de Beek, tenuto in gioco da Bernardeschi, che solo davanti a Szczesny non ha perdonato. 


In avvio di ripresa Allegri si è giocato la carta Kean al posto di un deludente Dybala uscito per un problema muscolare, ma il talentino non ha confermato le aspettative. L’Ajax ha continuato a giocare senza alcun timore reverenziale producendo gioco e azioni da gol a ripetizione e all’8' ha incredibilmente sfiorato il raddoppio: solamente la mano sinistra di un istintivo Szczesny in uscita ha negato la gioia a Ziyech. E poi ancora il portiere polacco cinque minuti più tardi si è prodotto in una parata plastica con deviazione in corner su conclusione a giro dalla distanza di Van de Beek. Il gol era nell’aria e al 22' gli ospiti hanno colpito con il gioiellino De Ligt che sul corner di Schone si è infilato tra Rugani e Alex Sandro mettendo in rete. Per la Juventus la terza rimonta in stagione dopo quella di sabato scorso subita a Ferrara contro la Spal e quella nella fase a gironi di Champions in casa contro il Manchester United. Oltre a conquistare la qualificazione alle semifinali, l’Ajax è così tornato a vincere contro la Juventus dopo una striscia di dieci gare consecutive senza successo. Gli olandesi hanno così proseguito la loro striscia positiva contro le squadre italiane e nelle ultime cinque gare hanno totalizzato 3 vittorie e 2 pareggi. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA