Notizie locali
Pubblicità

Sport

Al Massimino febbre per il nuovo Catania: oggi in diecimila allo stadio

Di Giovanni Tomasello

CATANIA - Settembre è già arrivato, forse in fretta e il Catania debutta in campionato al Massimino - alle ore 17,30 - proprio nel primo giorno del mese che trasmette inevitabilmente una certa malinconia perché avvisa tutti che l’estate sta per finire.
Si prevede che un bel po' di appassionati della squadra rossazzurra oggi lasceranno prima del solito i lidi o le località di montagna per correre allo stadio Massimino dove il Catania avrà come prima avversaria casalinga una squadra giustamente definita da Camplone più compatta e con una migliore intesa rispetto all’Avellino travolto domenica scorsa al Partenio.

Pubblicità


Ci riferiamo alla Virtus Francavilla allenata da un tecnico in gamba, dinaminco e lungimirante come Trocini. Oggi il suo “3-5-2” abbastanza pungente che ruota attorno al temuto Gigliotti, si scontrerà con il 4-3-3 del tecnico rossazzurro convinto assertore delle proprie idee e soprattutto seguace del “maestro” Galeone tanto bravo come allenatore quanto vulcanico come persona.

E così se la tradizione è favorevole ai rossazzurri, oggi pomeriggio bisognerà stare molto attenti a questo Francavilla che ha sfiorato la vittoria con la Reggina, ma in cui c’è soprattutto una buona intesa tra i reparti.

È chiaro che l’obiettivo del Catania è una vittoria bis dopo Avellino per presentarsi nel migliore dei modi ai tifosi che sugli spalti del Massimino si calcola che saranno almeno in diecimila.

Una nuova stagione è cominciata, la squadra è stata rinforzata in tutti i reparti e anche se sulla carta il Catania non viene dato per super favorito è sicuramente tra i candidati al tanto sospirato salto di serie.

LA FORMAZIONE. Camplone fino a ieri sera diceva di non avere ancora deciso lo schieramento anti Francavilla e siamo sicuri che qualche dubbio lo ha davvero visto la folta rosa che può vantare. L’unica certezza è il ritorno di Luca Calapai che ha scontato la giornata di squalifica e le perplessità del tecnico rossazzurro riguardano soprattutto il centrocampo dove c’è l’imbarazzo della scelta. Lodi a parte, tutti meritano un posto da titolare anche per quello che hanno fatto vedere ad Avellino: Welbeck, Mazzarani, Bucolo e Llama tanto per fare dei nomi hanno già raggiunto una buona condizione e convinto pure durante gli allenamenti. A Camplone il compito di scegliere e decidere chi far partire titolare.

In attacco trapelava qualche giorno fa dal Village la voce del possibile impiego di Davis Curiale fin dal primo minuto, ma francamente con Di Piazza reduce da una doppietta non sappiamo come si regolerà il tecnico rossazzurro.

I CONVOCATI. Al termine della rifinitura questi i giocatori convocati da Camplone:PORTIERI: Jacopo Furlan e Miguel Ángel Martínez.

DIFENSORI: Kevin Biondi, Luca Calapai, Giovanni Marchese, Moïse Emmanuel Mbende, Mario Noce, Giovanni Pinto, Lorenzo Saporetti ,Tommaso Silvestri.

CENTROCAMPISTI: Marco Biagianti, Rosario Alessandro Bucolo, Jacopo Dall'Oglio, Cristian Ezequiel Llama, Francesco Lodi, Andrea Mazzarani, Nana Addo Welbeck-Maseko.

ATTACCANTI: Emanuele Catania, Davis Curiale, Davide Di Molfetta, Matteo Di Piazza, Mattia Rossetti e Vincenzo Sarno.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA