Notizie locali
Pubblicità

Sport

Catania-Viterbese, le pagelle rossazzure: Mazzarani prezioso, Llama ispiratore

Di Giovanni Tomasello

Furlan 6

Pubblicità

Non deve compiere interventi difficili, a parte uno su Tounkara. Mostra comunque una sicurezza tra i pali, ma si è trovato di fronte una Viterbese che sì ha duellato tanto con i rossazzurri ma che praticamente in fase conclusiva non è riuscita a combinare granché. Ci saranno test più impegnativi per lui.

Calapai 6,5

In fase di miglioramento rispetto all’ultima deludente prestazione, si è spinto spesso e volentieri con disinvoltura in avanti offrendo la giusta spinta alla squadra soprattutto nel secondo tempo. Del resto non si può pretendere sempre il massimo specialmente quando la squadra non gira.

Mbende 6,5

Sicuro e sempre autorevole in difesa , si è subito ambientato a Catania e nella nuova squadra. Così quando i giocatori di Lopez avenzano e recuperano palloni a metà campo, trovano in lui un duro ostacolo che impedisce il tiro finale. È tra le note più liete di un Catania ancora da rivedere meglio nel suo complesso.

Silvestri 6

Vale quasi lo stesso discorso fatto per il compagno di reparto. Tommaso scende in campo concentrato e determinato, lotta su ogni pallone e corre anche per sventare alcune possibili incursioni in area della Viterbese che quando tira lo fa in maniera imprecisa. Lui si proietta pure in avanti con coraggio.

Pinto 6

Non è ancora quello che aveva incantato nelle prime giornate, ma è tornato a far sentire la sua presenza in campo e a ripartire sui capovolgimenti di fronte. Probabilmente deve solo migliorare la condizione fisica e atleta, resta un bene prezioso per la squadra di Andrea Camplone.

Welbeck 6,5

Non si risparmia mai e svolge pure un lavoro oscuro, meno appariscente rispetto alle prime partite ma copre bene recuperando palloni a centrocampo, li porta avanti e duella accanitamente con gli avversari non concendendo tregua a nessuno. Forse dovrebbe essere più veloce negli scambi.

Lodi 6

Trasforma il rigore con la sua solita bravura e innata precisione, lui in questo è una vera garanzia ma la sua prova nel complesso non è stato esaltante e ha probabilmente sofferto il caldo perché dalla tribuna abbiamo avuto l’impressione che accusasse segnali di stanchezza. Una volta tanto niente “lodi” ma comunque efficace. Dal 38' s. t. Rizzo 6 Sembrava che la sua avventura fosse finita ma non trovando squadre è rimasto a Catania. Dopo il “terremoto” che ha portato all’esclusione di ben tre giocatori dalla lista dei convocati, è stato gettato nella mischia da Camplone che crede in lui. Potrà venire utile anche in questo campionato. 

Llama 6,5

Nel primo tempo è il migliore in senso assoluto e il suo impegno commuove anche perché non è più un giovanissimo. Nella ripresa cala un tantino, l’unico inconveniente è che arruffone quando tira in porta. Dal 31' s.t. Distefano 6 Per il baby buon debutto in Serie C e si prodiga subito.

Di Molfetta 6

Sappiamo che può dare di più e dispiace che ieri ha avuto momenti di pausa perdendo fra l’altro la determinazione vista in apertura di campionato e poi non ha praticamente tirato in porta. Lui e Mazzarani si pure alternati in avanti nelle fasce, ma l’ex Milan deve essere più concreto e veloce.

Di Piazza 6

L’attaccante ha ricevuto qualche buon pallone dai compagni ed è stato sfortunato nella sua conclusione più pericolosa con il pallone che si è stampato sulla traversa. Marcato stretto, si è mosso molto ma è stato poco concreto. Dal 38' s.t. Curiale S. V. 
Ha giocato troppo poco, ma dispiace che il pubblico lo abbia fischiato subito.

Mazzarani 6,5

In qualunque ruolo viene impiegato lui risponde sempre con la sua bontà tecnica e volontà ferrea. Non perde palla, apre per i compagni e a nostro modesto parare è una pedina inamovibile del Catania, un “jolly” di cui non si può fare a meno, penso che Camplone se ne sia accorto. Dal 20' s.t. Dall’Oglio 6 Prende il posto di Lodi che aveva visibilmente bisogno di rifiatare e a lui si deve il merito di essere entrato subito in partita in una fase peraltro delicata ma è puntiglioso, mette ordine e frena gli ultimi assalti della Viterbese Castrense che non riesce più ad andare in profondità. Su Jacopo si può contare.


L'ALLENATORE

Camplone 6

Ha diversi infortunati e ha vissuto inevitabilmente una vigilia tormentata per la maretta che ha portato ai provvedimenti disciplinari di tre giocatori. Ha trasmesso comunque coraggio e inoltre non aveva del resto scelte alternative.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA