Notizie locali
Pubblicità

Sport

Catania, a Monopoli Camplone prova una mossa a sorpresa

Di Andrea Cataldo

Catania. Domani alle 15 il Catania scende in campo a Monopoli, avversario che in quest’inizio di stagione ha alternato sconfitte fragorose come il tonfo di Pagani a vittorie e prestazioni incoraggianti come il successo contro la Ternana.

Pubblicità

Proprio quest’ultimo risultato deve far mantenere alta la concentrazione nei rossazzurri perché gli uomini di Scienza dopo qualche uscita a vuoto, pare abbiano cominciato a fare sul serio.

La vittoria di Terni è la prova definitiva dei progressi dei pugliesi, che non solo hanno raccolto un successo contro una fortissima pretendente alla vittoria finale, ma lo hanno fatto con una prestazione di alto livello.

Ci sarà da stare attenti soprattutto ai due attaccanti del Monopoli, il trequartista Giuseppe Fella e la punta Jefferson, due calciatori che stanno dimostrando di essere perfettamente complementari. Il tecnico Scienza ha affidato proprio a loro due, rispettivamente ex Cavese e Monza, le chiavi dell’attacco biancoverde e loro stanno ripagando la fiducia a suon di gol. Già due reti per Fella, mentre ha timbrato una volta e ha smistato un assist Jefferson.

Il Catania dal canto suo, da un punto di vista prettamente tattico, si avvicina alla gara di Monopoli con nuove consapevolezze. La vittoria contro la Viterbese, seppur risicata nel risultato, ha donato diversi spunti sui quali riflettere. Intanto per la prima volta in questo campionato la squadra rossazzurra è riuscita a mantenere invalicabile la propria porta, consentendo così al proprio portiere Furlan di chiudere da imbattuto il match. Quella delle reti subite è stato un problema che il Catania si è portato addosso fin dalle prime uscite di campionato ma chissà che il tecnico Andrea Camplone non abbia trovato il suo equilibrio grazie all’impiego in mezzo al campo di un rubapalloni come Nana Welbeck. La seconda nota lieta è stata quella di aver messo in luce definitivamente le doti di Moise Mbende che già a Potenza, quando era subentrato, aveva fatto vedere la sua affidabilità difensiva e che contro la Viterbese si è confermato come pedina importante per questa squadra. Il calciatore sembra ormai aver acquisito le conoscenze necessarie per essere impiegato con costanza e si candida per un posto al fianco di Tommaso Silvestri.

Un posto da titolare potrebbe averlo anche Giovanni Pinto che al pari di Jacopo Furlan è stato un calciatore che ha indossato a lungo la maglia del Monopoli. C’erano entrambi in quel 3-0 del 23 aprile 2017 quando al “Veneziani” il Monopoli travolse il Catania allenato da Giovanni Pulvirenti, e proprio Pinto entrò nell’azione del secondo gol confezionando l’assist per il gol di Simone Ricucci.

Lo scorso anno poi, nella stagione catanese della partenza con l’handicap, a Monopoli finì 0-0, era il 23 ottobre 2018 e quello era il Catania allenato da Andrea Sottil, poi sostituito da Walter Novellino e poi richiamato nel finale di stagione.

Insomma le ultime uscite in Puglia non fanno stare sereni, ma i record negativi sono fatti per essere estinti e domenica Camplone farà sicuramente qualche mossa a sopresa.

Purtroppo alla lista degli indisponibili si è aggiunto anche Distefano, che risente di un affaticamento muscolare.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA