Notizie locali
Pubblicità
Serie C, Catania vince 3 - 1 in rimonta sull'Avellino: l'eroe è Sarno

Sport

Serie C, Catania vince 3 - 1 in rimonta sull'Avellino: l'eroe è Sarno

Di Giovanni Tomasello

CATANIA AVELLINO 3 - 1 

CATANIA (4-2-3-1): Furlan; Calapai, Mbende, Silvestri, Pinto; Rizzo, Biagianti (dal 71’ Vicente); Biondi (dal 46’ Sarno); Curcio (dal 56’ Mazzarani), Di Molfetta (dal 71’ Esposito); Curiale (dal 46’ Barisic).
A disp. Martinez, Pino, Marchese, Di Grazia, Frisenna, Manneh, Distefano. All. Lucarelli.

Pubblicità

AVELLINO (3-4-3): Tonti; Illanes, Zullo, Bertolo (dal 46’ Rossetti); Celjak (15' Izzillo, dal 71’ Morero) , De Marco (dall’86’ Albadoro), Di Paolantonio, Laezza; Micovschi, Alfageme, Parisi.
A disp: Pizzella, Njie, Evangelista, Acampora, Russo. All.: Capuano

RETI: Zullo (A) al 40’, Curiale ( C ) al 45’, Sarno ( C ) all’83 su rigore, 90' Sarno ( C ) 

NOTE: ammoniti Curiale, Biagianti, Mazzarani, Silvestri per il Catania, Izzillo, Laezza per l’Avellino. Espulso Parisi all’81.

ARBITRO: Daniele Paterna (Teramo)
Assistenti: Giulio Basile (Chieti) e Giuseppe Di Giacinto (Teramo).

Finalmente una vittoria sofferta sì, ottenuta su rigore ma che i rossazzurri hanno voluto a tutti i costi dopo essersi ritrovati pure in svantaggio. In uno stadio Massimino deserto – sia per la giornata feriale sia per il disinteresse attuale nei confronti della squadra etnea – quei pochi spettatori presenti, compresi una sessantina provenienti da Avellino, si sono comunque fatti sentire.

Partenza timida del Catania impacciato e lento, gara spigolosa, i campani quasi d’incanto e rocambolescamente si portano in vantaggio al 40’: punizione calciata male da Di Paolantonio in mezzo all’area piccola, Furlan esce male e Zullo ci prova prima di testa e poi insacca a porta vuota.

I rossazzurri reagiscono con Biondi che mette in mezzo alla destra, Curiale tira ma Zullo ribatte e sulla respinta Davis anticipa tutti e batte Tonti.

La ripresa si gioca su ritmi agonistici elevati fino aI gol vittoria nel finale entrambi di Sarno: il primo su rigore al 38’ e il secondo al 90’ a conclusione di una rapida azione. Finisce qui con i pochi fedelissimi rossazzurri che si esaltano, ogni tanto ci vuole.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: