Notizie locali
Pubblicità

Sport

Biagianti: all'asta le maglie di Catania e Fiorentina per il Banco Alimentare

Di Giovanni Finocchiaro

CATANIA - Un capitano è per sempre. Anche da ex del Catania (e del calcio a 11) Marco Biagianti non perde occasione per tendere la mano a chi ha bisogno di sostegno. Il centrocampista fiorentino, oggi nell'organico della Meta Catania di calcio a 5 che disputa il massimo campionato, da ieri è sceso in campo al fianco della rete del Banco Alimentare (che ha incassato le adesioni di Mario Biondi, Nino Frassica, Mario Venuti e a livello nazionale di Pierfrancesco Favino).

Pubblicità

«Seguo la pagina del banco alimentare - ci ha raccontato Biagianti - ho letto della colletta che si rinnova ogni anno davanti ai supermercati. Ho riflettuto sul modo di aiutare le famiglie che vivono un periodo molto complicato. Così ho unito le mie due città del cuore, Firenze e Catania, spalleggiando i volontari del banco, mettendo all'asta alcune delle mie maglie storiche e altre che mi stanno arrivando dagli ambienti rossazzurro e viola».

Biagianti ha scritto ai ragazzi di Fiorentina e Catania ricevendo tante adesioni: «Intanto, metto le due mie ultime maglie del Catania, quella indossata a Terni nei play off e quella dell'ultima mia gara in casa contro il Francavilla. C'è pure la maglia di Serie A della Meta di calcio a 5. Dal Catania di oggi sono già arrivate una decina di casacche. Il ricavato servirà per aiutare il Banco e l'associazione Ibiscus Onlus che è al fianco dei bambini che purtroppo trascorreranno il Natale in ospedale, in questo caso al Policlinico di Catania».

Il gancio a Firenze è stato l'ex portiere rossazzurro Terracciano, a Catania hanno fatto da tramite lo storico magazziniere Sandro Musumeci e il difensore Tommaso Silvestri.

Grande risposta anche da Firenze: «Un caro amico, Raniero, con cui giocavo a pallone da ragazzo, mi ha fatto avere la maglia di Davide Astori. Sono arrivate pure la casacca ufficiali di Ribery e i calzettoni di Batistuta».

L'asta è partita su ebay: basta fare una ricerca digitando “Marco Biagianti” o seguire il profilo instagram del calciatore. Le “trattative” per assicurarsi cimeli da collezione dureranno fino al 20 dicembre. Ogni settimana verranno aggiunte altre maglie, il ricavato verrà annunciato e consegnato ai due enti.

Molti giocatori amici ed ex avversari a marzo - in occasione della prima asta benefica durante la prima ondata di Covid - hanno scritto spontaneamente per dare le proprie maglie originali: «A volte i calciatori si privano di ricordi importanti, ma è più giusto dare una mano a chi ha necessità». Ieri le maglie di Silvestri, Pecorino e Biagianti e i calzettoni di Batistuta hanno preso quota tra i collezionisti. E siamo solo all'inizio.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA