Notizie locali
Pubblicità
Serie C, Girone C: il Palermo torna a perdere, il Catania butta via un'occasione

Sport

Serie C, Girone C: il Palermo torna a perdere, il Catania butta via un'occasione

Di Leonardo Zermo

Nel match di apertura del 26º turno del Girone C di Serie C il Palermo torna a perdere allo Stadio Renzo Barbera contro il Catanzaro. Gli ospiti passano al 27’ con una percussione di Luca Verna, che arrivato in area batte Alberto Pelagotti. Pochi minuti più tardi i rosanero pareggiano con una perla di Roberto Floriano, che con un destro a giro infila la sfera nel sette. Nel finale, però, la compagine calabrese riesce a rompere la parità: al minuto 80 Luca Martinelli risolve una mischia e trova il gol vittoria con un’incornata sugli sviluppi di una punizione laterale. Nei minuti di recupero Andrea Saraniti entra in modo scomposto e riceve un’espulsione diretta. In questo modo i giallorossi staccano momentaneamente il Catania.

Pubblicità

La Ternana continua la corsa inarrestabile verso la promozione diretta in Serie B. Allo Stadio Pino Zaccheria, contro il Foggia, la squadra di Lucarelli segna un gol per tempo e vince 0-2: nei primi 45’ Filip Raicevic batte Ermanno Fumagalli con una conclusione da pochi passi, mentre nella ripresa il capocannoniere del torneo (in ex aequo con Mirko Antenucci) Anthony Partipilo raddoppia di testa, segnando il suo dodicesimo gol in campionato. 

Proseguono i problemi della Virtus Francavilla, che porta a casa solo un punto sul campo del Potenza. I padroni di casa, nella prima metà, rimangono in dieci uomini per l’espulsione diretta di Manuel Ricci per condotta violenta e, nei secondi 45’, sprecano l’opportunità di mettere la testa avanti, in occasione del rigore sbagliato da Fabio Mazzeo e parato da Bryan Costa. Nel finale fioccano i cartellini rossi: negli ultimi dieci minuti vengono espulsi Federico Matsropietro tra le file degli pugliesi e Mario Coppola tra le file dei lucani. Importante punto in ottica salvezza per i leoni rossoblù, occasione fallita per riavvicinarsi alla zona playoff per i biancazzurri.

Cinica e significativa la vittoria di misura del Monopoli sulla Cavese: a cinque minuti dalla fine Andrea De Paoli sigla il gol da tre punti e regala la vittoria ai suoi. La compagine pugliese si invola così verso la salvezza, mentre la formazione campana sprofonda ancor di più.

Il Catania spreca una gigantesca occasione di accorciare sul Bari, guadagnando solo un punto nello scontro diretto. I galletti biancorossi vanno in vantaggio allo Stadio Angelo Massimino con una spizzata in porta di Pietro Cianci al 35’. Nella ripresa, però, Manuel Sarao risponde con una rete molto simile. Nei minuti di recupero l’arbitro assegna un penalty ai rossazzurri, ma Pierluigi Frattali ipnotizza Jacopo Dall’Oglio. Successivamente gli ospiti rimangono in inferiorità numerica per la doppia ammonizione di Raffaele Bianco. Il risultato, però, rimane invariato fino al triplice fischio e il Bari strappa un punto agli etnei, mantenendo un vantaggio di otto punti sulla squadra di mister Raffaele, in quinta posizione, alle spalle del Catanzaro.

Nessun gol nel match di metà classifica tra Viterbese e Vibonese. Il club laziale vede allontanarsi la zona playoff, invece la formazione di Vibo Valentia rimane molto vicina alla zona playout.

Non finisce più la crisi nera della Turris, a cui manca la vittoria da nove partite, precisamente dal 23 dicembre scorso. La formazione di Torre del Greco perde la terza partita consecutiva nel derby campano contro la Paganese: al 35’ sblocca il risultato Diop con un colpo di testa e al 71’ il neo-entrato Giuseppe Guadagni raddoppia su punizione diretta. Al minuto 84 Francesco Di Nunzio lascia anche in dieci i torresi, che ormai hanno sempre meno chance di entrare in zona playoff. Adesso, invece, gli azzurrostellati possono davvero sognare la salvezza.

Termina 1-1 lo scontro diretto tra Teramo e Juve Stabia. Nel secondo tempo Pedro Costa Ferreira risponde a Gennaro Borrelli. Le due formazioni rimangono in piena zona playoff, rispettivamente settima e ottava.

L’Avellino non si ferma più: agile vittoria sul campo della Casertana. I lupi biancoverdi stappano e chiudono la partita a metà primo tempo con le reti di Luigi Silvestri e Gabriele Bernardotto. Sfruttando il pareggio del Bari a Catania, la compagine campana conferma la seconda posizione.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA