Notizie locali
Pubblicità
Serie C, Girone C: Palermo e Catania male, la Ternana perde l'imbattibilità

Sport

Serie C, Girone C: Palermo e Catania male, la Ternana perde l'imbattibilità

Di Leonardo Zermo

La vittoria casalinga della Viterbese sul Palermo apre la 27ª giornata del Girone C della Serie C. La formazione laziale stappa il match nei minuti di recupero del primo tempo, grazie a una rete di Michel Adopo che risolve una mischia con un tiro sotto la traversa. Nella ripresa i rosanero rimangono in dieci al 57’ per l’espulsione di Alberto Almici (che causa un calcio di rigore, poi parato da Pelagotti a Murilo) e in nove al 79’ per il rosso diretto mostrato a Moses Odjer. I padroni di casa si rifanno sotto per accedere alla zona play-off, mentre i siciliani, dopo la seconda sconfitta di fila, scendono in nona posizione. La squadra palermitana, fresca di cambio di guida tecnica, passata da Roberto Boscaglia a Giacomo Filippi, nel prossimo turno affronterà il Catania nel derby isolano. 

Pubblicità


Il Catanzaro interrompe clamorosamente la lunghissima striscia positiva della Ternana, imbattuta in campionato dopo ben ventisei partite. Alla mezz’ora Davis Curiale apre le marcature con un tap-in vincente. Nel primo minuto della seconda frazione di gioco, però, Matija Boben ristabilisce la parità. Superata l’ora di gioco sfugge alla marcatura avversaria e spinge in rete, firmando il 2-1 definitivo. I calabresi accorciano sulle prime posizioni e staccano il Catania, invece la squadra di Lucarelli perde punti ma rimane saldamente al primo posto.


La sfida tra Cavese e Potenza, in programma per le ore 15:00 del 27 febbraio, è stata rinviata a data da destinarsi a causa di un focolaio di Covid-19 scoppiato tra le fila dei campani. 


Il Monopoli è corsaro sul campo della Virtus Francavilla, approfittando del brutto periodo di quest’ultima, che non vince da ormai cinque partite. Dopo appena undici minuti gli ospiti indirizzano l’incontro con le reti di Zambataro all’8’ e di De Paoli pochi minuti più tardi. I biancazzurri non riescono ad accorciare, se non quando ormai è troppo tardi, al minuto 93’ con una rete del classe 2000 Antonio Miccoli. Vincendo questo scontro tutto pugliese, i biancoverdi agganciano proprio la diretta avversaria, allontanandosi dalla zona rossa. 


Il Bari vince di misura il prestigioso derby pugliese contro il Foggia. Al 28’ i biancorossi rimangono in inferiorità numerica per l’espulsione di Mattia Maita, ma nella seconda frazione di gioco Pietro Cianci pennella una punizione perfetta che vale l’1-0. I galletti così mantengono a distanza il Catanzaro e rimangono alle calcagna dell’Avellino, invece i rossoneri inanellano la quarta sconfitta consecutiva e hanno tremendamente bisogno di invertire la rotta per rimanere in zona play-off.


Importante vittoria esterna della Juve Stabia tra le mura dello Stadio Gustavo Ventura di Bisceglie. Nella seconda metà Gennaro Borrelli sigla il gol vittoria con una splendida girata volante. La formazione di Castellammare supera il Foggia e consolida la sua posizione in zona play-off, i nerazzurro stellati invece rimangono invischiati in piena zona play-out. 


La Turris sconfigge di misura la Casertana e torna a vincere dopo ben otto turni. Al 17’ Mario Pacilli porta avanti gli ospiti con un colpo di testa, ma dopo un paio di minuti Filippo Lorenzini riequilibra il match con lo stesso fondamentale sugli sviluppi di un corner. Nel secondo tempo, al 77’, Luca Giannone completa la rimonta trasformando un penalty. La squadra di Torre del Greco ricomincia la caccia a un piazzamento tra le prime dieci, accorciando proprio sulla formazione campana. 


Terzo pareggio di fila per il Catania che non riesce ad andare oltre l’1-1 sul campo della Vibonese. La fase più concitata del match si riscontra negli ultimi dieci minuti della prima metà, quando i calabresi mettono la testa avanti con una bella azione personale di Vincenzo Plescia e gli etnei pareggiano i conti con la specialità della casa di Manuel Sarao (che timbra per la terza volta nelle ultime quattro partite il tabellina), un colpo di testa sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina. Nella ripresa nessuna delle due parti riesce a sfondare. I rossazzurri, nel prossimo turno impegnati nel derby siciliano contro il Palermo, vedono scappare via il Catanzaro e sentono il fiato di Teramo e Juve Stabia sul collo. La compagine di Vibo Valentia rimane nella zona tranquilla della classifica, ma non molto lontana dalle ultime quattro.


Dopo quattro partite senza vittoria, il Teramo torna a riassaporare i tre punti, interrompendo una mini serie positiva di quattro partite senza sconfitta della Paganese. La squadra abruzzese chiude la pratica già nel primo tempo con le reti di Carlo Ilari e di Francesco Bombagi. Nel finale un ingenuo Matteo Piacentini rimedia una seconda ammonizione e lascia i suoi in dieci uomini, ma fortunatamente per la formazione di casa, senza compromettere il risultato. I biancorossi invertono la rotta e inseguono il Catania, mentre la compagine di Pagani non riesce ad abbandonare la zona play-out.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA