Notizie locali
Pubblicità

Sport

Calcio Catania, il tecnico Raffaele sempre più in bilico dopo l'ultimo ko: ecco tutte le ipotesi

Di Giovanni Finocchiaro

CATANIA - Fino a tarda sera il Catania non aveva deciso se cambiare o meno il tecnico Giuseppe Raffaele. Domenica è in programma il match casalingo contro l'Avellino. Resta poco tempo per preparare una nuova e importane sfida. La dirigenza rossazzurra deve scegliere se continuare con l'allenatore attuale o se affidarsi a un sostituto. Sono emerse numerose ipotesi. Troppe forse. Alcune reali, visto che si sta valutando il nome di Franco Baldini, ex del Trapani e della Juve Primavera. Ma nelle scorse ore era emerso il nome di Nicola Legrottaglie che era stato accostato prima al Palermo che poi ha scelto di continuare con Filippi, quindi al Catania. Ma per ora arrivano solo smentite.

Pubblicità

Da giorni sui social continua il tam tam che coinvolge ex giocatori del Catania. Da Ciccio Passiatore, a una sorta di triunvirato formato da Gennaro Monaco, Angelo Sciuto con la consulenza di Davide Baiocco. Anche qui la società smentisce, così come sembra assolutamente improbabile che possa tornare Walter Novellino, che ha allenato i rossazzurri nel 2019.

Ci sarebbe anche la soluzione interna, tutta da valutare: Pellegrino e Guerini in panchina, oppure la promozione in prima squadra di Giovanni Marchese che sta allenando la formazione Berretti. Insomma un continuo ipotizzare che forse tra qualche ora potrebbe essere sostituito da qualche certezza.

I tifosi? Manco a dirlo sono inviperiti: chiedono le dimissioni di Raffaele, ma anche una sferzata al gruppo che non ha concluso un bel nulla negli ultimi tempi, rivalutando anche una Turris che subiva gol da 13 gare di fila. E il Catania non ha colpito i corallini sbagliando, addirittura un rigore. Profondo rossazzurro. Un incubo.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA