Notizie locali
Pubblicità

Sport

La Serie A a Dazn, cosa cambia per gli abbonati

Di Redazione

La Lega di serie A ha appena assegnato i diritti tv per il prossimo triennio a Dazn. A favore dell’offerta di Dazn hanno votato 16

Pubblicità

club, contro quattro. Dazn si è aggiudicata i pacchetti 1 e 3 per una cifra pari a circa 840 milioni di euro a stagione: trasmetterà quindi 7 gare a giornata in esclusiva (pacchetto 1) e 3 gare in co-esclusiva (pacchetto 3). Gli unici quattro voti contro l’offerta della piattaforma di streaming sono arrivati da Genoa, Crotone, Sampdoria e Sassuolo. Per il pacchetto 2, contenente la co-esclusiva delle 3 gare, proseguiranno invece i colloqui tra la Lega e Sky (che ha offerto 70 milioni a stagione) fino a lunedì 29 marzo, quando l'offerta scadrà in base a quanto previsto nel bando.

Per chi ha l’abbonamento sia a Sky che a Dazn in termini assoluti dovrebbe cambiare poco: è probabile che Dazn aumenti il prezzo del suo abbonamento, ma è anche prevedibile che Sky riveda i suoi prezzi visto che il core business che era la serie A non è più in esclusiva.

DAZN ormai non è solo streaming via PC e smartphone perché, come si sa, possiede un canale dedicato sul bouquet Sky ed è possibile vedere le partite in TV anche con l’app ufficiale per le Smart TV abilitate.

La co-esclusività delle 3 partite dovrebbe andare a Sky (ma non è ancora del tutto certo). Limitata dall’esclusiva per DAZN, l’offerta calcio di Sky viene dimezzata e passa dalle 7 alle 3 partite in co-esclusiva web.

A Sky restano la Champions League (con una partita a giornata ceduta ad Amazon Prime Video) e l’Europa League.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA