Notizie locali
Pubblicità

Sport

Serie C, una perla di Dall'Oglio lancia il Catania: con la Viterbese terza vittoria consecutiva

Di Giovanni Finocchiaro

CATANIA - VITERBESE 1-0

CATANIA (4-3-2-1): Martinez 7; Calapai 6,5, Giosa 7 (dal 31' s.t. Tonucci s.v.), Claiton 6,5, Pinto 6,5; Dall'Oglio 6,5 (dal 26' s.t. Rosaia 6), Maldonado 6, Izco 6 (dal 9' s.t. Welbeck 6,5); Piccolo 6 (dal 31' s.t. Golfo s.v.), Reginaldo 6,5 (dal 26' s.t. Russotto 6); Sarao 6. A disp.: Santurro, Sales, Albertini, Zanchi, Manneh, Di Piazza, Vrikkis. All. Baldini 6,5.

Pubblicità

VITERBESE (4-3-2-1): Daga 5,5; Bianchi 6 (dal 19' s.t. De Santis 6), Baschirotto 6, Mbende 6, Urso 6; Palermo 6,5 (dal 44' s.t. Ammari s.v.), Adopo 6 (dal 19' s.t. Sibilla 6), Salandria 6 (dal 37' s.t. Rossi s.v.); Murilo 6,5, Simonelli 6 (dal 19' s.t. Bezziccheri 6); Tounkara 6. A disp.: Bisogno, Falbo, Ricci, Porru. All.Taurino 6.

ARBITRO: Acanfora di Castellammare di Stabia 5 (Dell'Olio, Pappagallo).

RETE: Dall'Oglio al 17' s.t.

Un calcio di punizione sul primo palo, con la firma di Dall'Oglio, risolve una gara, quella del Catania, che s'era anche messa male specie nel primo tempo. La Viterbese, opposta ai rossazzurri, ha giocato a viso aperto sfiorando in almeno quattro occasioni il gol. Ed è stato bravo Martinez a salvare il risultato: respingendo il tentativo di Tounkara dopo 30 secondi, soprattutto uscendo su Urso, involatosi tutto solo verso la sua porta e chiudendo lo specchio con una respinta che vale da sola il successo, poi legittimato da Dall'Oglio.

Per un tempo il Catania ha frenato le ripartenze dei laziali, con Giosa che svettava su tutti grazie a un paio di chiusure provvidenziali. La squadra di Baldini, un 4-3-3 simile alle precedenti uscite ma con Reginaldo al posto dell'acciaccato Russotto, aveva anche sbloccato il punteggio a 5 minuti dal riposo con Piccolo che s'era accentrato con i tempi giusti fulminando il portiere Daga. Ma l'arbitro ha annullato per fuorigioco di Sarao. Le immagini hanno dato torto al direttore di gara che ha sbagliato valutazioni spesso, soprattutto quando ha sorvolato su falli da ammonizione e, poi, quando ha sanzionato interventi meno pericolosi e vistosi. Ad ogni modo il Catania è andato vicino al raddoppio con Sarao e con Reginaldo conquistando un successo preziosissimo.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: