home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Imprese siciliane a lezione di futuro: a Catania roadshow Industry 4.0

Oltre cento tra imprenditori e manager hanno partecipato all'incontro nella sede di Confindustria

Imprese siciliane a lezione di futuro: a Catania roadshow Industry 4.0

da sinistra Francesco Caiazzone, Elio Catania, Antonello Biriaco

CATANIA - Digitalizzazione dei processi produttivi, internet delle cose, big data, cloud e agevolazioni previste dal Piano nazionale Industria 4.0. Queste le tematiche chiave al centro del roadshow «Industry 4.0 preparati al futuro», che ha fatto oggi tappa a Catania nella sede di Confindustria, con la partecipazione di oltre cento tra imprenditori e manager siciliani. All’incontro, apripista di una serie di appuntamenti formativi promossi da Confindustria che si svolgeranno fino a giugno in altre città italiane, hanno preso parte, tra gli altri, il vice presidente vicario di Confindustria Catania Antonello Biriaco, il presidente di Confindustria Digitale Elio Catania, Valentina Carlini (Area Politiche Industriali Confindustria), il presidente del DIH Sicilia Francesco Caiazzone. I lavori sono stati coordinati dal giornalista del Sole 24Ore Nino Amadore.


«La strada maestra per ritrovare competitività - ha affermato in apertura dell’incontro Biriaco - passa da due strumenti cardine: trasformazione digitale e reti d’impresa 4.0. Si tratta delle chiavi a stella per dare una scossa al sistema e far ripartire la nostra economia che deve fare un salto di qualità e aprirsi ai mercati internazionali. Il nostro Digital Innovation Hub, fortemente voluto da Sicindustria come bussola per l’innovazione per tutte le imprese dell’isola, dà finalmente il via ai lavori del «cantiere digitale» Sicilia». «Oggi più che mai - ha detto dal canto suo Catania - è fondamentale mantenere alta l’attenzione sul tema della trasformazione competitiva digitale. Stiamo ridisegnando l'economia del Paese, ma siamo solo all’inizio. E’ una grande opportunità che in particolare il Sud può e deve cogliere, per compiere un decisivo salto verso più elevati livelli d’innovazione, competitività, produttività. Per questo abbiamo bisogno di continuità della leadership pubblica e privata».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa