Notizie locali
Pubblicità

Tech

Il viceministro Buffagni a Catania “benedice“ la sfida di STMicroelectronics sul carburo di silicio

Di Redazione

 CATANIA - STMicroelectronics completerà nelle prossime settimane l’acquisizione della società svedese Norstel, che sviluppa e produce fette in carburo di silicio da 6 pollici, e che permetterà alla St di controllare l’intera supply chain per una parte dei suoi dispositivi, in un momento in cui la disponibilità sul mercato globale di questo substrato è limitata. E’ quanto emerso da una visita del vice ministro dello Sviluppo economico, Stefano Buffagni, al sito di Catania, uno dei principali tra gli 11 siti produttivi della società, dove è stato ricevuto dal presidente di St Italia, Giuseppe Notarnicola, e dall’Ad, Orio Bellezza.

Pubblicità

Questa acquisizione, è stato spiegato, offrirà opportunità di crescita significativa e le relative attività manifatturiere saranno tutte svolte a Catania, rafforzandone il ruolo di centro di eccellenza del SiC a livello mondiale per ST. Gli investimenti previsti consentiranno all’azienda di consolidare ulteriormente la sua leadership di settore. ST, che è leader mondiale in questo settore, previsto in rapida crescita, si sta attrezzando per consolidare la leadership nel mercato del carburo di silicio del futuro, assicurandosi anche, con importanti investimenti, l’indipendenza della fornitura della materia prima. 

Il sito ospita oggi 4.415 dipendenti, due impianti produttivi e attività di ricerca, sviluppo e marketing su 194 mila metri quadri. Grazie alla progressiva integrazione dell’edificio M9, completato nel 2019, il sito di Catania è interessato da un’espansione della produzione attraverso un importante ampliamento della manifattura avanzata su silicio a 8 pollici, caratterizzata da un’elevata e continua innovazione nei materiali impiegati e nei prodotti realizzati.

Dal 2014 ad oggi l’occupazione del sito di Catania è cresciuta grazie a 517 assunzioni a tempo indeterminato, che hanno determinato un incremento di organico del sito (al netto delle uscite fisiologiche) di 450 persone. Da gennaio a settembre 2019 ci sono state 275 nuove assunzioni a tempo indeterminato, a cui vanno aggiunte 128 trasformazioni di contratti da tempo determinato a tempo indeterminato.

Negli ultimi tre anni gli investimenti effettuati nel sito di Catania sono stati di circa 450 milioni di euro. Nello stesso periodo sono stati sostenuti costi per attività di R&S per circa 380 milioni di euro. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA