home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Ferita in esplosione, i sogni di Angela da Trapani a Parigi

La giovane rimasta gravemente colpita dalla deflagrazione dovuta ad una fuga di gas, si trovava nella capitale francese da poco meno di due mesi. Un nuovo inizio dopo una laurea e un lavoro di animatrice

Ferita in esplosione, i sogni di Angela da Trapani a Parigi

Angela Grignano

PARIGI - Un post per salutare il 2018 e dare il benvenuto al 2019. Fa venire i brividi, oggi, leggere quel post che Angela Grignano aveva scritto qualche settimana fa sul suo profilo Facebook. Un bilancio di quanto fatto finora e di quanto ancora c'è da fare per questa giovane trapanese di belle speranze, rimasta gravemente ferita nell'esplosione avvenuta stamane in una boulangerie a Parigi. Angela era nella capitale francese da poco meno di due mesi. Dopo una laurea in Arte e Scienze dello spettacolo e un'esperienza come animatrice turistica, come tanti suoi coetanei, la ragazza decide di spiccare il volo Oltralpe. Nella Ville Lumière, la giovane lavora come cameriera all'hotel Ibis, a pochi passi da dove è avvenuta la deflagrazione pare dovuta ad una fuga di gas. Sicuramente un lavoro per cominciare ad ambientarsi e per poi continuare a coltivare i suoi sogni. Di seguito il suo post:

«Siamo alla resa dei conti 2018. Oggi 31 dicembre sto scrivendo le ultime righe di questo libro da 365 pagine. Sei stato molto complicato da scrivere. Ci sono capitoli bellissimi in cui racconto cose meravigliose e traguardi stupendi. Sei stato l'anno della mia laurea, tanto attesa, sudata e desiderata. L'anno del mio primo villaggio, un sogno che si è realizzato dove ho conosciuto persone fantastiche ed ho scoperto quanto ci si possa spingere oltre ogni limite. Una conferma che sono nata per fare questo lavoro! Sei stato l'anno del mio "arrivederci Roma" , casa per tre anni, ricca di ricordi, di amore, amici e risate. Città che mi ha vista crescere e diventare veramente indipendente più di quanto non lo sia mai stata, che ho dovuto salutare e che mi manca così tanto. Sei stato l'anno della decisioni pesanti, di alcune veramente sbagliate che però mi hanno fatta capire cosa devo cambiare di me, cosa invece devo elogiare, che cosa e soprattutto chi voglio nella mia vita. Ed infine, mi hai vista arrivare a Parigi, un'avventura sulla quale mi sono buttata a capofitto senza pensare, mia dimora ormai da un mese e mezzo nella quale ripongo grande fiducia e speranza. Alla quale sto donando tutta me stessa per mettermi in gioco e vedere cosa è disposta regalarmi dopo tanti sacrifici. Insomma 2018, per tutta la tua durata non ho smesso di sognare. Ho versato tante, tantissime lacrime, di gioia e di malinconia, ho preso troppi schiaffi ma ho ricevuto anche tanto affetto e carezze. Alla fine dei conti quindi inizio il 2019 come sto finendo te, caro 2018: Sognando. Io sono pronta... Iniziamo!»
 
 
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • enzo1361

    12 Gennaio 2019 - 15:03

    Evviva l'italia,giovani laureati che devono andare a fare i camerieri a parigi per poter vivere...Speriamo che tutto vada bene per questa giovane donna.

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP