Notizie locali
Pubblicità
Neonato trovato morto a Trapani, la madre 17enne: «Avevo paura dei miei genitori»

Trapani

Neonato trovato morto a Trapani, la madre 17enne: «Avevo paura dei miei genitori»

Di Redazione

Un neonato con il cranio fracassato all’interno di un sacchetto della spesa è stato ritrovato a Trapani, nell’atrio di un condominio della periferia della città, in via Francesco De Stefano. A ritrovare il corpo esanime del piccolo è stato un abitante dello stesso condominio che ha avvertito le forze dell’ordine. Secondo le prime ricostruzioni del reparto della Scientifica e della polizia giunta sul posto, la madre avrebbe lanciato dalla finestra il bimbo appena nato, uccidendolo. Il neonato aveva ancora il cordone ombelicale attaccato. Per quanto accaduto è stata immediatamente rintracciata la madre del piccolo, una minorenne che abita nel complesso residenziale dove è avvenuta la tragedia. La ragazza che ha 17 anni è stata identificata dalla Polizia. La donna 
abita nello stesso edificio dove è avvenuto il ritrovamento. Gli investigatori, coordinati dal procuratore aggiunto Maurizio
Agnello, non escludono che il piccolo possa essere stato lanciato da una finestra.  Sulla vicenda indagano al momento sia la Procura dei minori di Palermo che la Procura della repubblica di Trapani. In queste ore viene ascoltata la ragazza di 17 anni madre del neonato ma anche i suoi genitori che, a quanto si apprende, non avrebbero saputo della gravidanza della figlia minorenne. La ragazza davanti ai magistrati pare abbia ammesso i fatti e tra le lacrime ha aggiunto: «Avevo paura di dire ai miei genitori che ero incinta».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: