Notizie locali
Pubblicità
LIberati i pescatori siciliani ostaggio in Libia: Conte e Di Maio in volo per Bengasi

Trapani

Liberati i pescatori siciliani ostaggio in Libia: Conte e Di Maio in volo per Bengasi

Di Redazione

Sono stati liberati anche i sei pescatori di Mazara del Vallo da 108 giorni in un carcere in Libia (insieme ad altri 12 marittimi che erano a bordo di due pescherecci mazaresi), sotto la sorveglianza dei militari del generale Haftar. La notizia è arrivata dal presidente del consiglio Giuseppe Conte, volato a Bengasi insieme con il ministro degli Esteri Luigi Di Maio per il passo conclusivo che porta alla liberazione. La liberazione viene confermata anche dai familiari che attendono a Mazara del Vallo: "Finalmente - dicono - aspettavamo questo regalo di Natale".

Pubblicità

«Aspettiamo la conferma ufficiale ma oggi sembra proprio la giornata giusta». Emozionato e con la voce rotta dal pianto, risponde così a Radio Capital Marco Marrone, armatore della Medinea, uno dei due pescherecci sequestrati 108 giorni fa in Libia. «Ho parlato con il ministro Bonafede che mi ha detto: "C'è qualcosa di buono nell’aria". Per me un’emozione assurda - conclude Marrone - ho pianto come un bambino. Ora aspettiamo solo la conferma».

I diciotto pescatori (otto tunisini, sei italiani, due indonesiani e due senegalesi) erano stati sequestrati il primo settembre. Erano a bordo di due pescherecci di Mazara del Vallo, "Antartide" e "Medinea", sequestrati dalle motovedette libiche. L'accusa avanzata dalle autorità della Libia, è di avere violato le acque territoriali, pescando all'interno di quella che ritengono essere un'area di loro pertinenza, in base a una convenzione che prevede l'estensione della Zee (zona economica esclusiva) da 12 a 74 miglia. I diciotto furono persino accusati di traffico di droga e per la loro liberazione era stata addirittura chiesta la scarcerazione di quattro calciatori libici condannati in Italia come scafisti di una traversata in cui morirono 49 migranti. 

Poi in tarda mattina il premier Giuseppe Conte ha postato una foto su Twitter che li ritrae tutti insieme con i due pescherecci pronti a salpare alle loro spalle. "Buon rientro a casa", scrive nel post che accompagna lo scatto.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: