Notizie locali
Pubblicità

Trapani

Scomparsa Denise, chi sono i nuovi indagati Anna Corona e Giuseppe Della Chiave

Di Redazione

Mazara del Vallo - E' ancora presto per dire se il giallo sulla scomparsa della piccola Denise Pipitone sia o meno arrivato ad una svolta importante. In ogni caso la notizia, data ieri sera in anteprima dalla trasmissione di Rete 4 "Quarto Grado", dell'iscrizione nel registro degli indagati di Anna Corona e Giuseppe Della Chiave, suona sicuramente come un fatto nuovo su cui, in queste ore, è concentrata l'attenzione di tanti: dalla Procura di Marsala, in primo luogo, agli organi di stampa e ancora di più di Piera Maggio, la madre della bambina scomparsa 17 anni fa da Mazara del Vallo, che in tutti questi anni non si è mai arresa davanti alla ricerca della verità nella speranza di ritrovare sua figlia ma anche di risalire agli eventuali responsabili di quella sparizione. Dalla Procura di Marsala non sono ancora arrivate conferme ufficiali sui due nuovi indagati; quel che è certo è invece saranno fatte rianalizzare alcune intercettazioni ambientali proprio per capire se ci siano stati depistaggi o fughe di notizie su quel caso di scomparsa non ancora risolto.

Pubblicità

Ma chi sono i due indagati del nuovo filone d'indagine, aperto dopo le tante sollecitazioni della famiglia Pipitone, rappresentata da sempre dall'avvocato Giacomo Frazzitta, e anche in seguito al clamore mediatico sollevato dal caso di una giovane russa, Olesya Rostova, che si era presentata in tv nel suo Paese per rintracciare la madre naturale di cui non ha più notizie. La somiglianza con Piera Maggio e altri elementi avevano lasciato sperare che la ragazza potesse essere Denise ma la prova del Dna aveva fatto crollare l'ennesima, per i familiari, illusione di un ritrovamento.

LA REAZIONE DI GIACOMO FRAZZITTA SU NOTIZIA INDAGATI

Anna Corona, ex moglie di Pietro Pulizzi, padre naturale di Denise e mamma di Jessica Pulizzi (processata e assolta in via definitiva dall’accusa di sequestro di persona), è uno dei personaggi, insieme alla figlia, da sempre al centro del caso: i sospetti verso le due donne sono sempre stati alimentati dall'ipotetico antagonismo nei confronti della Maggio, che aveva avuto la bimba da Pulizzi, nonostante lei fosse sposata con Salvatore Pipitone. Anna Corona, che ai tempi della scomparsa lavorava come inserviente in un hotel della sua città, era stata inizialmente indagata, ma la sua posizione era stata poi archiviata. Di recente la donna, nel corso di un'intervista a "Quarto Grado", aveva manifestato il suo dolore per il mancato ritrovamento di Denise in tutti questi anni dicendo di essere anche lei alla ricerca della verità, stanca peraltro di tutti i sospetti che sono sempre gravati sulla sua persona e su quella della figlia. 

Giuseppe Della Chiave è invece il nipote di Battista Della Chiave, il testimone sordomuto, oggi deceduto, che aveva rivelato di aver visto la piccola Denise in un capannone di Mazara del Vallo in braccio al giovane intento a fare una telefonata. Secondo il racconto di Battista Della Chiave, la bimba dopo essere stata rapita sarebbe stata portata con un motorino verso un molo, avvolta in una coperta, prima di essere caricata su una barca. La testimonianza di Della Chiave, raccolta dall’avvocato Giacomo Frazzitta, era stata contestata dai suoi familiari che avevano sostenuto come l’uomo non conoscesse il linguaggio dei segni. Davanti ai magistrati, con l'ausilio di un consulente, il testimone si era avvalso della facoltà di non rispondere.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA