home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Marina di Ragusa, benvenuti nella «Rimini del sud»

Marina di Ragusa, benvenuti nella «Rimini del sud»

Un incanto. Un posto meraviglioso da visitare a tutti i costi. Marina di Ragusa, chiamata anticamente «Mazzarelli», oggi è un centro turistico molto frequentato.

Il suo litorale è caratterizzato dalla presenza di numerose strutture ricettive e luoghi di divertimento, nonché dalla presenza di spiagge sabbiose e ampie. Venne chiamata «Mazzarelli» perché deriva dall'arabo «Marsa A'Rillah», significante piccolo approdo.

Alla fine del XVI secolo accanto al porto vecchio fu costruita la Torre Cabrera a scopi difensivi, e pochi decenni dopo si era già formato un nucleo abitativo; questo però non prosperò e non si ingrandì molto (anche a causa delle vicine paludi alla foce del fiume Irminio prosciugate nell'800) e la sua fortuna giunse solo alla fine del XIX secolo, quando nacque il commercio della pietra pece con gli Inglesi e delle carrube.

Nel 1928, per volontà del gerarca fascista Filippo Pennavaria, il nome si trasformò nell'attuale Marina di Ragusa.

Dopo il periodo bellico Marina di Ragusa conobbe un vero e proprio boom abitativo, a causa dello scatenarsi della moda della «seconda casa a mare» da parte dei ragusani; tale espansione continua ancora oggi e ha portato il borgo a diventare un centro balneare di prim'ordine.

La località si trova a circa 25 km da Ragusa e fra gli altri centri più vicini conta Santa Croce Camerina, Donnalucata e Scicli.

È caratterizzata da una lunga spiaggia sabbiosa che si interrompe ad ovest al porto e ad est poco prima della riserva dell'Irminio.

Molti corsi d'acqua oggi prevalentemente secchi sfociavano lungo il litorale, e i loro alvei sono stati ricoperti da strade: è il caso dei giardinetti sopra il porto e della strada che sale da Piazza Malta.

Le spiagge hanno nomi derivati dalla presenza di locali e più raramente da antica tradizione.

Affacciata sul Mar Mediterraneo, Marina di Ragusa ha un clima tipicamente mediterraneo, piacevole per oltre 8 mesi l’anno ed è una fra le più attrezzate e rinomate località balneari della Sicilia Sud-Orientale, visitata ogni anno da turisti italiani e stranieri e apprezzata per i suoi lidi di sabbia dorata finissima.

La collocazione geografica nell'area sud-orientale della Sicilia (Val di Noto), ricca di monumenti barocchi, di reperti archeologici e resti di antiche civiltà, di bellezze paesaggistiche e di una pregiata tradizione enogastronomica, consente di godere del relax della vacanza al mare, di fruire di luoghi di interesse artistico-culturale e di assaporare gli antichi sapori della tradizione contadina siciliana.

Per il sesto anno consecutivo Marina di Ragusa ha ricevuto la Bandiera Blu per le spiagge, assegnata dalla Fee per qualità delle acque, qualità della costa, servizi e misure di sicurezza, educazione ambientale.

Secondo Tripadvisor (la più grande e rinomata community di viaggio al mondo) Marina di Ragusa è risultata la più bella spiaggia d'Italia.

Diversi eventi culturali e musicali caratterizzano il periodo estivo di questa cittadina e raggiungono la massima popolarità durante la festa religiosa di Santa Maria di Porto Salvo la cui statua il 15 Agosto viene portata in processione su un peschereccio seguito da molteplici barche.

Secondo la tradizione, il 14 agosto, fino agli anni cinquanta-sessanta, per festeggiare la conclusione dei principali lavori agricoli svolti, gli abitanti di Ragusa si riunivano per partire alla volta di Marina.

Raggiunta la località, andavano in spiaggia e montavano degli accampamenti per passare la notte, in modo da poter dedicare il giorno seguente al mare.

Attualmente, nel giorno di Ferragosto, la chiesa di Santa Maria di Portosalvo organizza un gioco chiamato «legno a mare» (u lignu 'nzivatu) che si svolge in mattinata.

Gli iscritti al gioco gareggiano per raggiungere e prendere una bandiera posta ad un'estremità di un palo lungo 8 metri circa posto in orizzontale su un peschereccio e unto di grasso animale.

Al vincitore viene dato un premio in danaro e un ricordo (Coppa). Inoltre, evento più importante e tradizionale, nel pomeriggio si effettua una lunga processione sul mare, come succede anche per altre città (Casuzze).

Il simulacro della Madonna di Portosalvo viene posto su una barca che, seguita da altre imbarcazioni, ripercorre la maggior parte del litorale.

Nello stesso giorno vengono organizzati giochi e fuochi d'artificio insieme a spettacoli teatrali e musicali nella piazza principale (p.zza Duca degli Abruzzi) di Marina.

A proposito di barche, il porto turistico è in grado di accogliere oltre ottocento posti barca, diventando uno dei tre Hub turistici della Sicilia (il primo ad essere operativo), inoltre è stato progettato secondo i più avanzati criteri tecnologici.

Il porto vecchio di Marina era conosciuto sin dai tempi del generale bizantino Belisario e fu munito di un caricatoio durante il XV secolo e di torre difensiva (la Torre Cabrera) nel XVII. Esso si trovava dove oggi sorge Piazza della Dogana. Nell'800 nacque un secondo approdo conosciuto localmente con il nome di Scalo Trapanese in quanto le navi provenienti da Trapani seguivano la costa siciliana fino allo Scalo di Marina per poi cambiare rotta verso l'isola di Malta. Qui verrà realizzato il primo braccio di un porto negli anni '50, ma poi i lavori si fermeranno.

Tramonto al Porto:

Il porto nuovo di Marina è stato progettato alla fine degli anni ottanta, ma per motivi burocratici i lavori furono bloccati. Grazie ai fondi dell'Unione europea, il progetto è stato rifinanziato ed i lavori sono iniziati l'11 aprile 2006. Il porto sorge nel vecchio «scalo trapanese» che è stato inglobato nella nuova costruzione. Le prime due barche ad entrare nel nuovo porto turistico furono due natanti maltesi che arrivarono a Marina il 3 luglio del 2009. Il 10 luglio 2009 alla presenza delle autorità fu inaugurato il porto turistico di Marina che diventò pienamente operativo.

La pavimentazione ed i blocchi utilizzati per la realizzazione delle panchine, sono in Pietra di Comiso. Il progetto illuminotecnico per l'illuminazione dell'area, prevede corpi illuminanti ad illuminazione riflessa, oltre che diretta.

Il muro paraonde è illuminato, creando uno scenario riflesso dei corpi illuminanti nell'acqua di mare.

L'area adiacente agli edifici del piazzale di levante, nonché la zona di collegamento fra il parcheggio, della capacità di 500 posti auto, e la diga di ponente, sono state provviste rispettivamente di aiuole e di una zona dotata di pavimento erboso con palmizie di 9 metri.

Qualche consiglio per chi sceglie di trascorrere la vacanza a Marina di Ragusa: Oltre al mare la zona circostante è ricchissima di altre località barocche da visitare, tesori di inestimabile valore artistico quali Ragusa Ibla (ricordati che è la città vecchia, quella moderna è invece anonima), Scicli, Modica famosa anche per il suo cioccolato, a 6 Km tra l'altro c'è Punta secca (un piccolo borgo marinaro, frazione di Santa Croce Camerina in provincia di Ragusa, in Sicilia. La gente del posto la chiama "a sicca" (la secca) probabilmente per la presenza di una piccola formazione di scogli di fronte alla spiaggia di levante, appunto una "secca), resa famosa dal Commissario Montalbano, poi ancora il castello di Donnafugata o gli scavi di Santa Croce Camerina, la bella Pozzallo, e poi verso il siracusano Marzamemi (Vi consigliamo di andarci la sera, è un borgo delizioso), l'oasi naturale di Vendicari con cala mosche, l'isola delle correnti nei pressi di Poto Palo dove si incontrano mar Ionio e Mediterraneo, la spiaggia di Eloro, Noto con la sua maestosa cattedrale e la città di Siracusa con l'isola di Ortigia, un vero gioiello, come vedi non hai che l'imbarazzo della scelta, potrai organizzarti al meglio tra vita da spiaggia o itinerante.

A pochi km da Marina di Ragusa c'è poi Donnalucata, se deciderai magari di trovarti un appartamento, ogni mattina nel piccolo porticciolo puoi andare ad acquistare pesce fresco a buon prezzo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa