home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Castello di Lombardia e Torre di Federico, sempre aperti ma a pagamento

La novità sarà introdotta da gennaio con un ticket di ingresso ma con un orario continuato

Castello di Lombardia e Torre di Federico, sempre aperti ma a pagamento

Nuovi orari di accesso per l'immediato e il ticket dal 1° gennaio 2019. Inizia così la rivoluzione sull'utilizzo e la valorizzazione dei beni monumentali della città. Dopo l'approvazione del ticket per la visita al Castello di Lombardia e alla Torre di Federico ecco, dunque, che arrivano le prime disposizioni che vanno verso i bisogni dei visitatori. La prima novità è che non ci saranno più chiusure intermedie nel corso della giornata. Il Comune ha infatti rideterminato l'orario di apertura e chiusura al pubblico dei due principali monumenti della città e così al Castello di Lombardia da novembre a febbraio l'accesso sarà possibile dalle 10 alle 17; nei mesi di marzo e aprile dalle 10 alle 18 e da maggio ad ottobre dalle 10 alle 20.

Lo stesso varrà anche per la Torre di Federico e il Sacrario dei caduti. Queste nuove disposizioni, ha motivato l'assessore Francesco Colianni, allineano Enna con quanto avviene in quasi tutte le città turistiche del mondo dove, spesso, i turisti prediligono visitare i monumenti dalle 10 in poi e con un picco nelle ore centrali della giornata e, quindi, nella fascia tra le 13 e le 16. Importante, dunque, che si sia attivato l'orario continuato perché è spesso accaduto che turisti autonomi o anche in gruppo si siano ritrovati il cancello di ingresso chiuso che ha privato loro della visita del monumento e questo è spesso accaduto soprattutto alla Torre di Federico in alcune occasioni, tra l'altro, incredibilmente chiusa la domenica.

L'altra novità ormai certa ed in dirittura d'arrivo è quella riguardante il ticket perchè per la prima volta nella storia sia il Castello che la Torre saranno visitabili previo pagamento di un biglietto. La giunta prima e il consiglio comunale poi hanno deliberato e approvato il regolamento che fissa i costi del ticket che potrà essere singolo o abbinato alla visita di più monumenti e, ha anticipato Colianni, sarà pronto ad esordire dal 1° gennaio e quindi tra poco più di un mese.

Al momento si stanno predisponendo tutti gli atti utili a far partire i servizio e, quindi, si sta procedendo all'acquisto dei tornelli e delle macchine che erogano i ticket che, ha anticipato ancora l'assessore, saranno adeguati ai servizi.

Il visitatore potrà, ad esempio, scegliere se acquistare il solo tagliando o se dotarsi di un'audio-guida.

Il ricavato della vendita dei ticket, verrà utilizzato per riqualificare i monumenti ma da quanto si è appreso dall'assessore si sta pure lavorando per trovare un accordo per l'apertura delle chiese per creare e garantire un percorso unico. Da Colianni infine l'auspicio che possa risolversi al più presto la vicenda dell'hotel Sicilia che, a sua detta, potrebbe portare a far perdere alla città anche dieci mila posti atteso che ad oggi i pernottamenti in città sono stati 62 mila.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa