Notizie Locali


SEZIONI
Catania 15°

NEWSLETTER

Addio allo storico direttore dell’Agenzia ANSA. È morto all’età di 102 anni Sergio Lepri.

Di Redazione |

Arriva il nuovo Dpcm: non servirà il Super Green Pass per entrare negli alimentari e in farmacia. Discussa la questione dei tabaccai visto che molti hanno i distributori esterni. Calano i contagi: 188.797 (ieri 192.320), ma salgono le vittime, 385 (ieri 380). Meno tamponi: 1.110.266 (ieri 1.181.889). Il tasso di positività è al 17%, in lieve aumento (16,3% ieri). Sono 1.698 i pazienti in terapia intensiva, +10. Intanto, per effetto dell’obbligo vaccinale per gli over 50, secondo i dati Gimbe, si segnala nella settimana 12-18 gennaio, un +28,1%. Anche la Sicilia sembra essere arrivata al picco di contagi, ma si apre un nuovo fronte di allarme: è quello dei bambini, addirittura dei neonati, contagiati: all'ospedale San Marco di Catania un bimbo di due mesi è stato sottoposto alla ventilazione extracorporea per evitare il peggio. 

Sembra volgere irrimediabilmente al peggio la partita di Silvio Berlusconi per il Quirinale. Salvini pensa   davvero al piano B e ieri ha visto Conte, mossa che ha irritato il Cav, la cui strategia è anticipata da Vittorio Sgarbi che avverte: Berlusconi pensa a una candidatura alternativa alla sua e il nome lo farà domenica. Le altre tessere del mosaico: Meloni chiede che si convochi il vertice con i leader di coalizione non ancora fissato ed Enrico Letta dice che, di fronte «all’assalto» del centrodestra si è «dovuto trovare un equilibrio» per arrivare a «un nome condiviso, non di parte», quindi «non di centrodestra». Fico studia un modo per far votare i parlamentari positivi dentro il parcheggio di Montecitorio come in un drive-in vaccinale.  I due M5s siciliani contattati dal duo Sgarbi-Berlusconi, Trizzino e Sodano, smentiscono anche la sola ipotesi di poter votare il leader di Fi e danno una lettura assolutamente diversa della telefonata.

Da crisi a verifica, da sfregio ad anomalia, con azzeramento dell'azzeramento. Così il governatore Nello Musumeci derubrica le tensioni all'interno della maggioranza dopo il voto sui grandi elettori della scorsa settimana e lo "schiaffo" ricevuto dall'Aula. «Non so di quale crisi si stia parlando, la crisi in una coalizione c'è quando una forza politica la dichiara. Non mi risulta che una sola forza politica lo abbia fatto: c'è stato un voto anomalo in aula col voto segreto – ha detto Musumeci a margine di una conferenza stampa sull'illuminazione dei castelli –  Il voto anomalo mi impone la necessità di aprire una verifica, non una crisi: ho detto agli assessori o siete voi i non graditi o sono io».  La reazione stavolta arriva da Roma e dall'opposizione. «Ciò che è avvenuto con i grandi elettori per noi è la dimostrazione del fatto che la vicenda Musumeci è arrivata politicamente al capolinea. Vogliamo costruire una alternativa vincente. Noi ci siamo», ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta.  

Nei primi 10 mesi del 2021 sono state attivate dai datori di lavoro privati 5.987.000 assunzioni con un aumento del 20% rispetto allo stesso periodo 2020. Lo dice l’Inps sottolineando che le cessazioni sono state in complesso 5.129.000 (+8%). Si ha un saldo positivo per i contratti di 858mila unità trainato dalla crescita dei rapporti a termine. Il saldo positivo per i contratti a tempo indeterminato è di 152mila unità. I dati della Sicilia.

Nell’arcidiocesi di Monaco, secondo un rapporto sul periodo tra il 1945 e il 2019, almeno 497 minori avrebbero subito abusi sessuali. Le giovani vittime, di sesso maschile, sono state peril 60% tra gli 8 e i 14 anni. E i presunti autori sarebbero 235, di cui 173 preti, 9 diaconi, 5 referenti pastorali, 48 dipendenti scolastici. Nel rapporto, si parla anche di Josef Ratzinger che sarebbe coinvolto in 4 casi. Il Papa emerito, all’epoca arcivescovo, respinge le accuse ed «esprime turbamento e vergogna per gli abusi sui minori commessi dai chierici». I legali del Rapporto definiscono poco credibile la smentita.

Slitta a Caltanissetta l’avvio dell’udienza preliminare per il caso Montante bis, a causa di alcuni difetti di notifica rilevati dai difensori degli imputati. Il giudice Emanuela Carrabotta ha disposto il rinvio dell’udienza all’1 febbraio.

Addio allo storico direttore dell’Agenzia ANSA. È morto all’età di 102 anni Sergio Lepri. Fiorentino, classe 1919, giornalista e autore di numerosi saggi, è stato al timone dell’agenzia dal 1962 al 1990, formando generazioni di cronisti. Dalla sua intuizione è nato il primo archivio digitale delle notizie in Europa. Autore di uno storico manuale, decano dei giornalisti, il suo insegnamento: dividere sempre i fatti dalle opinioni.  COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA