Notizie Locali


SEZIONI
Catania 14°

il caso

La scorta del sindaco di Palermo (con Lagalla presente) ha sventato il furto di una moto

Ad attirare l'attenzione dei poliziotti una ragazza che aveva assistito alla scena

Di Redazione |

Il sindaco di Palermo Roberto Lagalla e la sua scorta ieri sera attorno alle 21 hanno sventato il furto di una moto. Usciti da palazzo Palagonia e diretti in via Roma a bordo dell’auto con il lampeggiante nella vicina via Alloro hanno visto una ragazza che tentava di attirare lo loro attenzione.

C’erano due uomini stavano cercando spingendo una moto verso il furgone. Non appena hanno visto l’auto con il lampeggiante i due sono saliti sul furgone fuggendo via e abbandonando la moto di grossa cilindrata.

La ragazza che aveva assistito alla scena ha spiegato al sindaco quanto stava accadendo. I due erano usciti da vicolo Cefalà spingendo la moto e stavano cercando di caricarla sul furgone. Non appena hanno visto il lampeggiante hanno temuto di essere scoperti e sono fuggiti.

Sono intervenuti gli agenti della polizia municipale e i poliziotti della polizia di Stato. Dalle indagini è emerso che la moto era stata rubata l’8 febbraio e che in vicolo Cefalà c’era un magazzino dove venivano nascoste le moto per poi essere portate via. Una sorta di luogo di transito per nascondere i mezzi rubati per poi portarli via di sera quando le stradine di Palermo sono meno percorse. Stavolta il piano è stato sventato dal passaggio dell’auto del sindaco che ha permesso al proprietario di avere restituita la moto rubata.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: