Notizie locali
Pubblicità

Palermo

Ancora incendi nel Palermitano: il più grave a Capaci

Ad intervenire vigili del fuoco, forestale e protezione civile che per tutta la notte hanno lavorato soprattutto per evitare che le fiamme potessero riuscire ad espandersi verso valle

Di Redazione

 Altra notte di incendi in provincia di Palermo. Quello più grave a Capaci, alle porte di Palermo, dove è stata divorata parte della montagna che sovrasta l'abitato. Solo questa mattina si è riusciti a domare del tutto il rogo con l’intervento di un elicottero che ha effettuato dei lanci dall’alto. Il rogo, partito nella prima serata di ieri, si è esteso molto velocemente e ha continuato ad espandersi verso l'alto attaccando la montagna di contrada Raffo Rosso. 
 Ad intervenire vigili del fuoco, forestale e protezione civile che per tutta la notte hanno lavorato soprattutto per evitare che le fiamme potessero riuscire ad espandersi verso valle, quindi a protezione delle abitazioni. Purtroppo il forte vento di questa notte ha spinto il fuoco verso l’alto in zona inaccessibile con i mezzi da terra. Il sindaco del paese, Pietro Puccio, che non ha avuto dubbi nel dire che si è trattato di un incendio doloso: «Il polmone verde di Capaci, la nostra montagna più bella, una ricchezza di biodiversità sta andando in cenere - ha detto -. Siano maledetti gli autori. Un atto criminale contro tutta la nostra comunità. Auguro loro tutto il male possibile». 

Pubblicità

Sempre nel Palermitano si è verificato un ulteriore incendio che ha interessato la zona del santuario della Madonna del Ponte, a Partinico. Anche qui il vento ha alimentato il fuoco. Ad intervenire anche qui i vigili del fuoco che hanno domato il rogo dopo ore e ore. Incendi anche a Palermo, nel quartiere Zen, dove sono stati dati alle fiamme diversi cumuli di spazzatura tra via Gino Zappa e via Luigi Enaudi. La zona è stata invasa da una coltre di fumo nero.
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: