Notizie locali
Pubblicità

Palermo

Palermo, detenuto in attesa di processo aggredisce tre agenti in tribunale

Per due sovrintendenti capo e un assistente capo, che sono stati curati in ospedale, la prognosi è di una settimana

Di Redazione

Tre agenti penitenziari sono stati aggrediti nel Palazzo di giustizia di Palermo da un detenuto in attesa di partecipare ad un processo, che poi è stato rinviato. Per due sovrintendenti capo e un assistente capo, che sono stati curati in ospedale, la prognosi è di una settimana. A rendere noto l’episodio, avvenuto ieri mattina sono il segretario della Fns Cisl Palermo Trapani, Salvatore Turco e quello provinciale Cnpp, Maurizio Mezzatesta, sottolineando che l’aggressione sarebbe avvenuta durante «il tragitto per motivi futili, addirittura offendendo pesantemente una ispettrice della polizia penitenziaria».

Pubblicità

"Ci sentiamo sempre più abbandonati - afferma Mezzatesta - e questo di certo è il peggior periodo per gli uomini e le donne della polizia penitenziaria». «Quanto avvenuto è la riprova di come il sistema penitenziario dimostri delle lacune così evidenti da consentire episodi violenti», sostiene Turco, che rende «il lavoro degli agenti più difficile e rischioso non solo all’interno delle carceri, ma anche all’esterno, con servizi di traduzione sotto scorta che diventano obiettivo di possibili aggressioni e fughe». 
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA