Notizie locali
Pubblicità

Palermo

Palermo, ragazza marocchina aggredita sul bus: «Io vittima di clima di odio»

La 27enne, in Italia da 20 anni, insultata su un mezzo Amat. Botte anche ad un passeggero che l'ha difesa. I carabinieri a caccia delle quattro teppiste

Di Redazione

«Non voglio la solidarietà di Gelarda. L'aggressione nei miei confronti, avvenuta all’interno di un autobus di Palermo, è figlia di questo clima di odio discriminatorio alimentato dai leghisti in tutta Italia. Gelarda eviti di usare la mia vicenda personale per la sua propaganda».

Pubblicità

A dirlo all’Adnkronos è la 27enne di origine marocchina ma da anni residente a Palermo vittima nei giorni scorsi di una brutale aggressione su un autobus cittadino. Secondo una prima ricostruzione dei fatti la giovane sarebbe stata pesantemente insultata, minacciata e poi aggredita da quattro ragazze mentre si trovava a bordo della linea 102 nella centralissima via Libertà. L’unica colpa aver chiesto di non essere ripresa con il cellulare dal branco, che le avrebbe urlato Nivura prima di strattonarla e picchiarla. 

«Vivo a Palermo da venti anni - dice -, è la mia città, ne riconosco la capacità di essere accogliente, ma purtroppo un certo clima d’odio comincia a produrre qualche effetto, come si è visto sul bus con quelle ragazze razziste. A Palermo ho imparato anche a distinguere la solidarietà concreta dalle manifestazioni di ipocrisia», conclude la giovane vittima. 
La 27enne marocchina, da tempo residente in città, è stata presa di mira mercoledì scorso da un gruppo di quattro ragazze mentre si trovava a bordo di un mezzo dell’Amat. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la giovane sarebbe stata strattonata, tirata per i capelli e minacciata dopo aver chiesto al branco di non essere ripresa con il cellulare. A quel punto sulla linea 102 all’altezza della centralissima via Libertà, gli animi si sarebbero accesi: 'nivurà le avrebbero urlato, passando poi all’aggressione. 
A fare le spese della furia delle quattro ragazze, che adesso i carabinieri stanno cercando di identificare, anche un altro passeggero, che ha ripreso la scena con il cellulare intervenendo in soccorso della 27enne. Oggi la ragazza si è presentata in caserma e ha sporto denuncia. Indagini sono in corso. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: