Notizie Locali


SEZIONI
Catania 34°

Università di catania

Una vetrina per la ricerca di Ateneo, ai Benedettini è l’ora del “Pia.Ce.Ri. Day”

Mercoledì 10 luglio si presentano i risultati della prima edizione del Piano di incentivi per la ricerca di Ateneo

Di Redazione |

Ben 150 progetti di “ricerca collaborativa” condotti da team di diversi dipartimenti impegnati su temi interdisciplinari di comune interesse, e in più 180 progetti condotti da giovani ricercatori (RTDb) finanziati attraverso la misura “Starting Grant”.Sono alcuni dei numeri lusinghieri registrati nel bilancio della prima edizione del Piano di incentivi per la ricerca di Ateneo (Programma Pia.Ce.Ri. 2020) dell’Università di Catania, i cui risultati verranno presentati il prossimo 10 luglio al Monastero dei Benedettini a partire dalle 15.

L’evento

L’evento, aperto all’intera comunità accademica e alla cittadinanza, sarà l’occasione per illustrare al territorio i frutti della ricerca finanziata da Unict. Presentazioni poster, relazioni orali e demo sperimentali si alterneranno dopo la sessione plenaria di apertura per restituire a tutti gli stakeholder un’immagine della ricerca scientifica dei docenti catanesi, libera da vincoli tematici di altri bandi competitivi.

In altre parole, indagini e ricerche non legate ad obiettivi specifici che, per quanto ampi o di interesse strategico, potrebbero comunque limitare la germinazione di idee libere ed indipendenti che invece rappresentano la ricchezza principale di chi fa ricerca. Un principio, questo, che è stato ribadito anche nella seconda edizione del programma Pia.Ce.Ri. 2024-26, appena lanciata, con uno stanziamento pari a 5 milioni di euro destinato a consolidare le linee ‘storiche’ di ricerca, a promuovere l’innovazione tecnologico-scientifica e soprattutto a valorizzare il ruolo dei giovani ricercatori.

Il programma

Il “Piaceri Day 2024” si aprirà alle 16 nell’auditorium “De Carlo” dei Benedettini con gli interventi del rettore Francesco Priolo e dei delegati alla Ricerca Salvatore Baglio (ambito tecnico-scientifico e coordinatore), Luigi Ingaliso (ambito umanistico-sociale) e Giovanni Li Volti (ambito bio-medico).

A seguire prenderanno il via delle sessioni orali parallele, per la presentazione sintetica dei vari progetti, visionabili anche tramite i poster e i demo distribuiti nei Chiostri di Levante e Ponente del Monastero. Nell’auditorium “De Carlo” verranno illustrati i progetti dell’area “Life Sciences”, afferenti ai dipartimenti Medclin, Biometec, Chirmed, “Ingrassia” e Scienze chimiche, con la moderazione dei professori Gian Marco Leggio, Francesco Pappalardo e Paolo Vigneri.

Nell’aula 67 invece si terrà la presentazione dei progetti dell’Area “Social Sciences and Humanities”, afferenti ai dipartimenti Dei, Disum e Dsps. Modereranno i vari interventi i docenti Salvatore Corrente e Stefania Rimini. Nelle aule 70 e 75 infine saranno illustrati i progetti dell’Area “Physical Sciences and Engineering”, protagonisti rispettivamente i dipartimenti Dicar, Dieei, Dsbga, Dsc e Dmi. Modereranno le presentazioni i docenti Carlo Trigona, Marco Viccaro, Salvatore Mirabella e Carmelo Sgarlata.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA