Notizie locali
Pubblicità

Politica

Centrodestra trova la "quadra" su Lagalla a Palermo, ma sul Musumeci bis l'accordo è lontano

Fratelli d'Italia insiste sulla ricandidatura del presidente della Regione. No di Forza Italia e Lega

 

Di Redazione

Il centrodestra ufficializza l’intesa su Roberto Lagalla candidato sindaco a Palermo, ma resta irrisolto il nodo Musumeci per le regionali, con Fratelli d’Italia pronta a puntare i piedi per la riconferma del governatore uscente. Dopo vari stop and go e veti incrociati, la coalizione trova la quadra, una vera e propria tregua armata, secondo i più maliziosi, sull'ex rettore dell’ateneo palermitano con la "scusa" che si tratta di un "civico", ma le divisioni non sono svanite nel nulla all’improvviso. Tant'è, fanno notare, che ancora non è stata fissata la data per un vertice tra i leader, annunciato tante volte e mai convocato per un chiarimento ormai non più rinviabile. 

Pubblicità

Il punto di frizione, ora, sono le regionali d’autunno, perché Fi e Lega vogliono congelare per adesso il caso Musumeci e tenerlo separato dalle Comunali di Palermo e Messina, mentre il partito di Giorgia Meloni vuol portare a casa il "pacchetto completo". Mentre tutti esultano per l’unità ritrovata su Palermo con Lagalla, Fdi dice a chiare lettere che ora la coalizione di ricompattarsi anche su Musumeci. Ignazio La Russa, plenipotenziario di Giorgia Meloni nell’Isola, in una nota: «È ovvio che accanto all’esplicito sostegno per le regionali a Musumeci delle forze che già sostengono Lagalla e significativamente dello stesso candidato sindaco, ci aspettiamo si formalizzi anche il sostegno di tutto il centrodestra che non potrebbe essere a Palermo unito alle comunali e diviso alle regionali». 

Il vicepresidente del Senato si aspetta che siano i leader della coalizione a formalizzare in un summit a breve l’unità anche su Musumeci: «Toccherà poi al vicino vertice nazionale dare la parola definitiva sulle alleanze per le imminenti elezioni in tutta Italia».

Stasera al tg1 Matteo Salvini ha dato la sua disponibilità a incontrare Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni per sciogliere tutti i nodi sul tavolo, ma non ha indicato ancora una data: «Vertice a breve? Per me possiamo vederci anche subito». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: