Notizie locali
Pubblicità

Politica

Conte, grave che Draghi si intrometta nella vita di un partito

Sconcertato, noi dobbiamo sostenere gli italiani, non il premier

Di Redazione

ROMA, 29 GIU - Le dichiarazioni del sociologo Domenico De Masi, secondo cui il premier Mario Draghi avrebbe chiesto a Beppe Grillo di rimuovere dal M5s il presidente Giuseppe Conte hanno portato a livelli di guardia le tensioni fra Movimento e governo. "Coprite con le vostre storielle la verità", ha detto di primo mattino Beppe Grillo, rispondendo ai giornalisti prima di iniziare gli incontri con i senatori pentastellati. Dura è stata la presa di posizione di Conte verso il presidente del Consiglio. "Vorrei precisare che Grillo mi aveva riferito di queste telefonate, vorrei chiarire che siamo una comunità, lavoriamo insieme - ha chiarito -. Lo trovo sinceramente grave che un premier tecnico che ha avuto da noi investitura, si intrometta nella vita di forze politiche che lo sostengono per altro". Dicendosi "sconcertato", Conte ha aggiunto: "Il nostro atteggiamento, che ho sempre definito leale, costruttivo, corretto nei confronti del governo, non cambia neppure di fronte a episodi che reputo così gravi. Perché il nostro obiettivo non è sostenere Draghi, il nostro obiettivo è sostenere e tutelare gli interessi degli italiani".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA