Notizie locali
Pubblicità

Politica

Di Paola, M5S: "Il Pd non ci attacchi o strade divise"

La Prestigiacomo: "Il centrodestra approfitti del flop delle primarie"

Di Redazione

 «Dopo tutti gli attacchi che ha ricevuto il MoVimento 5 Stelle in questo periodo il risultato ottenuto in Sicilia è veramente importante, segno vero che nei prossimi giorni e settimane rilanceremo tutta la nostra azione. Analizzeremo il risultato e vedremo come potenziare insieme i territori. Sia chiara una cosa: se il Pd continuerà ad attaccare Giuseppe Conte ed il M5s le strade si divideranno, sia a livello nazionale che regionale. Noi continueremo a costruire con coerenza il campo progressista. Da domani si riparte insieme ai più di 10 mila siciliani attivi e consapevoli che hanno votato e scelto Barbara Floridia ed il M5S». Lo dice Nuccio Di Paola, referente siciliano M5S, commentando il risultato delle primarie del campo progressista vinte da Caterina Chinnici, seguita da Barbara Floridia (M5s) e Claudio Fava (Centopassi). "In questi mesi - dice Di Paola - abbiamo costruito un percorso innovativo che, è vero, ieri sera ci ha visti perdere ma che ha, al tempo stesso, risvegliato in molti la voglia di cambiamento per migliorare il posto in cui viviamo. Non era mai successo che più di 30 mila persone scegliessero il loro possibile candidato a Presidente di una coalizione tramite un voto online, una vera e propria rivoluzione di cui vado fiero. A quelli che si sono impegnati e che oggi hanno l’amaro in bocca dico che il risultato che avete raggiunto vi deve rendere fieri, perché lo avete ottenuto senza una organizzazione, con il solo vostro impegno. Il M5s punterà, già nei prossimi giorni, su di voi ed insieme faremo rete e creeremo quella struttura da tempo richiesta. Questa mattina ho chiamato Caterina Chinnici, che non ha la tessera del PD, per farle i complimenti per la vittoria ottenuta». 

Pubblicità

«La sinistra in Sicilia con le primarie è riuscita a ottenere ben due flop in un colpo solo. Il primo reale, effettivo: il fatto che abbia partecipato di fatto solo lo 0,8 per cento dell’intero elettorato dell’isola dovrebbe far riflettere sull'effettiva capacità di mobilitazione e convinzione del proprio elettorato». Lo afferma, in una nota, la deputata di Forza Italia, Stefania Prestigiacomo. «Il secondo potenziale, in prospettiva; le parole di 'commiatò di Barbara Floridia, che non fa alcun accenno al sostegno a Caterina Chinnici, ovvero i 'palettì perentori che Claudio Fava pone alla candidata dem dimostrano che il campo largo è morto. È un campo santo. Dalle parti della sinistra si prospetta un tutti contro tutti. Con questi chiari di luna sarebbe surreale se il centrodestra non ne approfittasse, facendo quadrato intorno a un nome che possa realmente unire e aggregare anche pezzi della società civile e i moderati che fino a ieri volgevano lo sguardo alla sinistra». 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: