Notizie locali
Pubblicità

Politica

Di Sarcina all'autorità portuale della Sicilia orientale: scontro tra Giovannini e la Prestigiacomo

La deputata di Fi al ministro: "Ritiri la nomina, una scelta che affossa i porti di Augusta e Catania" 

Di Redazione

Scintille durante il questione time tra il ministro Giovannini e Stefania Prestigiacomo sulla nomina di Francesco Di Sarcina all'autorità portuale.

Pubblicità

Il ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini rispondendo in question time ad un’interrogazione sulla proposta di nomina del presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mare di Sicilia orientale spiga: "Si è proceduto a proporre ai presidenti delle Regioni Marche e Abruzzo il nominativo dell’ingegner Vincenzo Garofalo quale presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico centrale e al presidente della Regione siciliana il nominativo dell’ingegner Francesco Di Sarcina come presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mare di Sicilia Orientale. Come previsto dalla normativa, il ministro ha trasmesso il 10 febbraio 2022 le proposte di nomina alla Camera che nella giornata di ieri, a seguito dell’assegnazione alle competenti commissiono, hanno avviato l'attività necessaria ai fini dell’espressione del prescritto parere», ha detto il ministro. «Nell’esprimere l’intesa alla nomina il presidente delle Regione Siciliana ha espresso la sua soddisfazione per la proposta ricevuta», ha precisato il ministro. «Nell’ambito dell’istruttoria parlamentare, propedeutica all’espressione del parere, sono certo che potrà essere pienamente valutata dalle forze politiche la professionalità e la competenza dei candidati indicati», ha aggiunto. 

 «Non le chiederò le dimissioni perché faccio parte di questa maggioranza. Ma dovrei. La sua risposta è del tutto insoddisfacente. È grave e inaccettabile ciò che è accaduto». Lo ha detto la deputata di Forza Italia Stefania Prestigiacomo nell’Aula di Montecitorio, nel corso del question time, in replica alla risposta del ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, riguardante la nomina del Presidente Autorità Portuale della Sicilia-Orientale, Francesco Di Sarcina. 
 «Conosciamo molto bene la procedura per la nomina dei vertici delle autorità portuali, ma la prassi vuole - ha aggiunto - che i ministri pro tempore discutano e condividano tali scelte con le forze parlamentari anche perché dal vaglio parlamentare devono passare. Scelte, che condizionano il futuro dei territori per ben 4 anni nel bene o nel male. Lei è ministro di un governo politico, non può fingere di ignorare le prassi politiche. Non ha vinto un concorso pubblico, nessuno può pensare di governare contro un gruppo della sua maggioranza». 


 Prestigiacomo ha rivolto a Giovannini la richiesta di "ritirare la nomina del Presidente Autorità Portuale della Sicilia-Orientale, condivisa solo con un pezzo della maggioranza di governo, perché altrimenti si incrina in modo serio il rapporto di fiducia con un gruppo della maggioranza di governo. Forza Italia non può essere considerata dal ministro Giovannini un parente povero. L’invito pertanto è quello di ripensare una scelta manageriale assolutamente di ripiego, solo per liberare posizioni al nord e che di fatto affossa i porti di Augusta e Catania e le prospettive di sviluppo di un pezzo significativo del Mezzogiorno». 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA