Notizie locali
Pubblicità

Politica

È lite sulle dimissioni “forzate” dei malati Covid, Cappellani (Pd) accusa Razza e lui lo querela

Il deputato demi accusa l'assessore di voler “spalmare” i pazienti a casa loro, dura replica del rappresentate del governo siciliano

Di Redazione

Non si placano le polemiche sulla circolare della Regione per le dimissioni dei malati Covid con ossigenazione al 92%, circolare che è stata emessa con il parere del Comitato tecnico scientifico regionale e che ha recepito una nota dell’Agenas.

Pubblicità

Secondo il deputato catanese del Partito democratico Santi Castellani, «l'assessore regionale siciliano alla Salute Ruggero Razza perde il pelo ma non il vizio di spalmare».

Cappellani ha spiegato che «molti medici siciliani, in queste ore, si stanno ribellando al delirante provvedimento di Razza che per sfuggire alla zona gialla obbliga i medici alla dimissione ospedaliera e al ricovero domiciliare per quei malati di Covid con il 92% di ossigenazione, il che vuol dire ancora infetti e in piena insufficienza respiratoria. Razza insomma vuole "spalmare" i malati a casa loro».

«Di fronte ai medici che si stanno ribellando a questa follia spalmatoria - prosegue - l’assessore Razza sta mandando gli ispettori. Bene. Chiederò nelle prossime ore al ministro Speranza di valutare la legittimità di questo provvedimento regionale e se sia il caso di mandare ispettori ministeriali a indagare sull'operato di questi ispettori regionali». 

 

 

Ma le parole di Cappellani non sono piaciute a Razza che annuncia querela: «Ho letto la dichiarazione del deputato Cappellani - ha affermato l'assessore regionale alla Salute -. Ne risponderà davanti all’autorità giudiziaria se avrà la dignità di non mascherarsi dietro l'immunità parlamentare. Il documento sull'appropriatezza dei ricoveri è stato stilato dal Comitato tecnico scientifico e non dalla politica. Non si possono scrivere o dire volgarità senza sapere di cosa si parla».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: