Notizie locali
Pubblicità

Politica

Fisco: FI, ridurre tasse su carburanti, gente non sta viaggiando

Il Governo riconsideri la proposta di mediazione sul catasto

Di Redazione

ROMA, 11 MAR - C'è anche la "riduzione della tassazione sui carburanti", fra le priorità indicate da Forza Italia al governo per il prosieguo dell'esame della delega fiscale in commissione Finanze alla Camera. Alla luce della crisi ucraina e dell'aumento dei costi dell'energia, hanno sottolineato Antonio Martino, capogruppo di FI in commissione Finanze alla Camera, e Alessandro Cattaneo, responsabile dei dipartimenti del partito, "c'è un problema di accise sulla benzina: pagare l'Iva sulle accise è stravagante - hanno spiegato dopo l'incontro con l'esecutivo -. L'aumento del prezzo può generare anche un minor gettito, perché la gente non sta viaggiando. Calmierare l'Iva, può essere un incentivo. Per settimana prossima le proiezioni parlano di 3 euro al litro". I deputati azzurri hanno evidenziato alcuni degli altri temi su cui puntano attraverso gli emendamenti: "L'ampiamento della flat tax fino a 100mila euro o comunque uno scivolo, in modo che la soglia di 65mila euro non sia un muro. Poi l'abolizione dell'Irap sulle imprese, la riduzione a tre delle aliquote Irpef". Senza dare per chiusa la partita sul catasto. "Abbiamo fatto notare che a furia di votazioni 22 a 23 non si fa tanta strada - hanno spiegato Martino e Cattaneo -, e abbiamo lasciato agli atti la proposta centrodestra di governo avanzata come mediazione. Suggeriamo ancora di prenderla in considerazione".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: