Notizie locali
Pubblicità

Politica

Il centrodestra resta in bilico con Musumeci Il centrosinistra sceglie Chinnici per primarie

La direzione dem fa leva sull'attuale europarlamentare per proporre il candidato alle prossime elezioni per la presidenza della Regione Siciliana. 

Di Redazione

Mentre nel centrodestra il governatore uscente Nello Musumeci si dice pronto a fare un passo indietro sulla sua ricandidatura, qualora il suo nome risultasse ai più divisivo, e si mette in attesa di sapere dall'alto quale sarà il suo destino politico, nel centrosinistra Caterina Chinnici, 68 anni, sposata, due figli, magistrato ed europarlamentare del Partito democratico, è stata indicata dalla direzione regionale del partito - guidato nell’Isola da Anthony Barbagallo - come candidata Pd alle primarie di coalizione, programmate per il prossimo 23 luglio. 

Pubblicità

Il presidente della Regione Musumeci, che fino a pochi giorni fa era sembrato irremovibile sulla posizione della sua ricandidatura, considerata come una scelta politicamente conseguenziale all'operato finora svolto, oggi, nel corso di una conferenza stampa a Palermo, ha meglio chiarito la sua disponibilità a fare un passo indietro nonostante i sondaggi lo diano vincente.

 

 

La relazione del segretario Anthony Barbagallo che proponeva la candidatura dell’europarlamentare Caterina Chinnici alle primarie del centrosinistra in vista delle regionali del prossimo autunno, è stata approvata con la quasi unanimità (un solo astenuto). «Riconosco a Caterina Chinnici - ha detto Barbagallo - una evidente capacità inclusiva di tanti mondi che cercano una candidatura disponibile all’ascolto e che allarghi il campo. Le primarie sono utili se non sono soltanto una prova muscolare ma soprattutto se diventano le primarie delle idee, della partecipazione e una festa per includere il più possibile. La riconducibilità di Caterina Chinnici al Pd va rafforzata e condivisa. «Ringrazio il segretario nazionale Enrico Letta, il segretario regionale Anthony Barbagallo, la direzione, i circoli, i militanti e tutta la comunità del Pd, una comunità di idee e valori, per la fiducia riposta in me». Da oggi e fino al 30 giugno è possibile presentare le candidature da parte della coalizione progressista. Per votare on line o ai gazebò (il 23 luglio) è obbligatorio registrarsi, fino al 21 luglio, attraverso il sito www.presidenziali22.it 

 

 

«Chinnici - ha sottolineato Barbagallo - risponde ad alcune direttrici per noi fondamentali, in primis quello delle donne. Più volte abbiamo posto il tema della doppia preferenza di genere in Sicilia, ma anche per ottenere un assessore donna in giunta siciliana e poi facendo ricorso al Tar per chiedere un terzo della giunta regionale sia composta da donne. Abbiamo scelto una donna che ha spessore, conoscenza approfondita della macchina regionale, avendo ricoperto il ruolo di assessore, e una cultura giuridica che non è in discussione, essendo anche una magistrata. Ed è per altro l’unica parlamentare siciliana da Bruxelles in giù in quota Pd». 

«Sono contento che anche il Pd abbia indicato la propria candidatura. Con Caterina Chinnici, a cui do il mio affettuoso benvenuto in queste primarie, avremo l'occasione per confronti concreti e intensi. Sarà un primo passo verso la campagna per le elezioni regionali d’autunno, che promettono un cambio definitivo di marcia per la Regione e per i siciliani». Lo dice Claudio Fava, commentando la candidatura di Caterina Chinnici alle primarie previste a luglio.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA