Notizie locali
Pubblicità

Politica

Il M5s e la caccia la referente regionale, Giarrusso: «E' l'ora si stringersi attorno a Conte senza sgomitare»

L'eurodeputato catanese commenta le indiscrezioni su manovre legate alla ricerca di un coordinatore siciliano dei grillini

Di Redazione

«In un momento di difficoltà, con molta incertezza sul futuro del Movimento, dovremmo stare uniti e rispettare chi ci ha dato forza e fiducia: cittadini, attivisti, iscritti. Leggo invece con stupore e sincero dispiacere che alcuni colleghi deputati dell’Ars dichiarano che il referente regionale del Movimento "deve essere uno di loro". E perché mai, mi chiedo? E con che amore verso la nostra forza politica si sceglie di autopromuoversi, quando lo stesso Giuseppe Conte viene attaccato dall’interno e addirittura una sospensiva alla sua carica arriva da un tribunale?» Così l'eurodeputato Dino Giarrusso del Movimento Cinquestelle, commenta le indiscrezioni su manovre legate alla nomina del referente regionale dei grillini.

Pubblicità

«Io credo che oggi più che mai dovremmo stringerci intorno a Conte senza sgomitare, e ritengo doppiamente imbarazzante che fra i nomi che si leggono ci sono colleghi al secondo mandato, i quali fra pochi mesi dovranno lasciare la poltrona e tornare a fare gli attivisti», aggiunge. «Non c'è alcuna ragione per cui il referente debba essere un deputato Ars, e dirò di più: io credo che oggi più che mai -alla luce degli ultimi eventi- dovrebbero essere i nostri iscritti a scegliersi i referenti regionali e provinciali, votandoli online. Siamo nati con la democrazia diretta, abbiamo bisogno di stringere un nuovo patto coi cittadini e di tornare a rappresentare la luce e la speranza per chi è rimasto deluso dai vecchi partiti», conclude Giarrusso. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: