Notizie locali
Pubblicità

Politica

La crisi di Governo travolge le primarie in Sicilia? +Europa al Pd: «Meglio sospenderle»

Nel centrosinistra si apre il dibattito anche in sede locale su quanto accaduto a Roma

Di Redazione

«Trovo abbastanza sorprendente che in Sicilia si continui come nulla fosse ad organizzare le primarie del centrosinistra per la scelta del candidato alla Presidenza della Regione, mentre a Roma abbiamo un presidente del Consiglio dimissionario e nessuna certezza politica. Ci chiediamo come il Pd possa presentarsi ai siciliani alleato con quello stesso M5S che a Roma provoca le dimissioni di Draghi. Il Pd è certo che tra una settimana sarà ancora alleato dei 5 Stelle?».

Pubblicità

Lo hanno detto Maria Saeli, tesoriera nazionale di + Europa e la portavoce regionale Chiara Guglielmino. 
«Non entriamo nelle decisioni degli altri partiti, ma poiché più volte siamo stati sollecitati a un dialogo da parte del centrosinistra, ci limitiamo ad osservare che probabilmente sarebbe meglio congelare il voto e ripensare all’assetto generale della scelta del successore di Musumeci. In quel caso guarderemo con interesse al risveglio del Pd e potremmo finalmente lavorare metodologicamente alla definizione di un perimetro condiviso, al programma e poi alla scelta dei candidati più adeguati. Senza ipoteche populiste e senza ripetere gli sbagli commessi, certo non da parte nostra, nel recente passato. Errare è umano, perseverare», concludono. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: