Notizie locali
Pubblicità

Politica

Manovra, l'Ars approva deroga al Durc (anche per le attività balneari)

Le opposizioni hanno contestato la norma, sostenendo che rischia di essere impugnata dallo Stato. 

Di Redazione

Le imprese che non hanno il Durc in regola potranno continuare a beneficiare dei contributi anti Covid anche nel 2022, la norma è estesa anche alle attività balneari: lo prevede un emendamento del capogruppo di Db Alessandro Aricò approvato dall’Ars col voto contrario del M5s e con l’astensione del Pd.

Pubblicità

Le opposizioni hanno contestato la norma, sostenendo che rischia di essere impugnata dallo Stato. 

Alla ripresa della seduta parlamentare con il personale Asu e gli ex Pip che stanno manifestando davanti a Palazzo dei Normanni, l’Ars ha approvato anche un emendamento del governo che sana il «caso transazioni" esploso ieri quando l’aula aveva approvato un emendamento soppressivo, scatenando l’ira dell’assessore all’Economia Gaetano Armao che aveva spiegato che con la bocciatura, su indicazione della Ragioneria generale, sarebbe stato necessario recuperare 20 milioni di euro, tagliando voci di bilancio, a copertura del fondo contenziosi. La norma autorizza la spesa di 5,1 milioni: 5 mln per i lavori di completamento degli allacciamenti dei bacini dei torrenti Serieri e Scioltabino al serbatoio della Diga Olivo e 100 mila euro per la definizione «dell’accordo di bonario componimento finalizzato al superamento del contenzioso in atto tra la Regione siciliana e il gruppo di cooperazione territoriale europea Grct ArchiMed».
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA