Notizie locali
Pubblicità

Politica

Mattarella, lavoro irregolare talvolta varca limite servitù

'Precarietà spina nel fianco della coesione sociale'

Di Redazione

UDINE, 29 APR - "Continuiamo a registrare lavoro irregolare, che talvolta varca il limite dello sfruttamento, persino della servitù". Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, oggi all'Istituto salesiano Bearzi di Udine, sottolineando che "la crescita duratura richiede e impone che il lavoro cresca, in quantità e qualità". Per Mattarella, "crescere in qualità significa affrontare la questione della precarietà. Un problema acuto e una spina nel fianco della coesione sociale". Inoltre, ha ricordato, "non mancano lavoratori poveri e pensionati poveri, ai quali il reddito percepito non è sufficiente".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA