Notizie locali
Pubblicità

Politica

Quirinale, Musumeci: «Berlusconi presidente? Ne sarei felice»

Il presidente della Regione Siciliana ritiene il Cavaliere una figura autorevole e rappresentativa 

Di Redazione

«Credo ci sia bisogno di un Presidente della Repubblica rappresentativo, competente ed autorevole e mi auguro il centrodestra possa, e non solo il centrodestra, possa trovare le ragioni e i supporti numerici perché si possa, esprimere un candidato alla presidenza della Repubblica». Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, a margine di un incontro al PalaRegione di Catania per la presentazione del progetto degli aeroporti del capoluogo etneo e di Comiso (Ragusa). "Se dovesse essere presidente Silvio Berlusconi - ha aggiunto - ne sarei davvero felice, ma credo che sia tutto incerto anche nell’altro fronte e quindi andiamo a Roma con l’animo sospeso in attesa di sapere quale sarà l’intesa tra i leader delle forze politiche. Chi sventola o agita lo spettro di un candidato penalizzato da una larga convergenza di consensi lo dice pretestuosamente, perché chi conosce la storia del Quirinale sa che non tutti i presidenti della Repubblica sono stati eletti a larga maggioranza. Quindi - ha osservato Musumeci - è sufficiente che il Capo dello Stato sia rappresentativo, intanto di una parte del parlamento, l’augurio che ci sia l’unanimità naturalmente, e poi dovrà essere il presidente a conquistare la fiducia di tutti gli italiani anche quelli rappresentati da forze politiche che non lo hanno sostenuto. Quindi voteremo secondo scrupolo e coscienza». 

Pubblicità

«Stiamo andando veramente bene, abbiamo preso il caffè, qualche biscottino. Stiamo lavorando in un clima di grande serenità. Appena torniamo da Roma chiudiamo perché bisogna capire con chi debbo compiere gli ultimi dieci mesi di cammino della legislatura». Lo ha affermato sugli incontri con i segretari della sua maggioranza il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, a margine di una conferenza stampa al PalaRegione di Catania. Alla domanda se ci saranno dei cambiamenti in giunta il governatore ha risposto: «non lo so, prima vorrei potere completare gli incontri ed ascoltare i segretari dei partiti». "In base a quello che diranno e alle decisioni che prenderanno - ha aggiunto Musumeci - io mi comporterò di conseguenza». 
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: