Notizie locali
Pubblicità

Politica

Regionali, "Scateno" e la ex Iena in ticket: De Luca e Giarrusso corrono insieme

Di Redazione

«Alle elezioni Regionali in Sicilia correremo insieme: ci sarà un ticket De Luca-Giarrusso, contro le dinamiche, le facce e le piccole miserie dei vecchi partiti che hanno affossato la Sicilia, anche grazie a personaggi come Musumeci e Crocetta».

Pubblicità

 

 

Così in un comunicato congiunto l’ex-sindaco di Messina e leader di Sicilia Vera Cateno De Luca e l’europarlamentare ex M5S Dino Giarrusso, annunciano una corsa congiunta alle regionali di novembre, ma non solo: «Il progetto di partito meridionalista pensato da Dino Giarrusso sta per unirsi con la realtà già concreta di Sicilia Vera guidata da Cateno De Luca, e a giorni verranno presentati il nome e il simbolo della nuova forza politica nazionale. Sarà una forza politica federativa, aperta, autenticamente democratica, che lavorerà per annullare il gap fra sud e nord del paese, non col conflitto ma con la collaborazione». 

 

 

«È un movimento fatto apposta per quei cittadini che vogliono partecipare e non più subire passivamente le alchimie fumose di partiti sempre più distanti dal popolo e sempre più chiusi nei palazzi. Dopo le beffe e le angherie dei potentati di ogni colore, e dopo la dissoluzione pietosa dei Cinqustelle, con il nostro movimento politico ridaremo autenticamente voce al popolo e spazzeremo via logiche di palazzo, finti democratici e vere “bande bassotti” che hanno imperversato per troppi anni, sfregiando la Sicilia e i siciliani, e facendo pure di peggio oltre lo stretto», ribadiscono Giarrusso e De Luca, commentando con entusiasmo anche i recenti risultati delle amministrative. 

 

 

«La straordinaria vittoria di Messina, ottenuta contro tutto e tutti, è indice che qualcosa è cambiato nella coscienza dei cittadini siciliani, non più disposti ad essere strumenti e vittime di meschine logiche di spartizione. Le centinaia di messaggi d’incoraggiamento entusiasta da noi ricevuti personalmente, uniti al pessimo spettacolo che stanno dando parlamentari nazionali e membri del governo impegnati solo a proteggere se stessi, ci confermano la bontà del nostro progetto e la necessità di ridare voce a chi non la ha. La liberazione iniziata da Messina proseguirà a novembre in tutta la Sicilia e in primavera sbarcherà al parlamento nazionale. Vi diamo appuntamento all’inizio della settimana prossima per il lancio del nome e del simbolo del nostro nuovo movimento, certi di essere l’unico elemento di novità nel panorama e stantio della politica siciliana e nazionale», concludono De Luca e Giarrusso. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: