Notizie locali
Pubblicità

Politica

Scontro Raffa-De Luca. M5S: «Insulti da osteria». Sindaco ribatte: «Su volgarità lei mi batte»

Il Movimento difende la propria deputata da offese ritenute anche sessiste. La risposta istituzionale del primo cittadino di Messina sempre sui social

Di Redazione

«Le frasi pronunciate dal sindaco di Messina, Cateno De Luca, nel corso di una diretta Facebook, contro la nostra deputata Angela Raffa sono inaccettabili e vergognose. I toni e i modi usati sono inconcepibili all’interno di un dibattito politico che voglia chiamarsi civile. Insieme a lui, tra gli altri presenti anche un altro primo cittadino, che non sembra affatto dissociarsi dagli insulti da osteria del sindaco De Luca nei confronti di una parlamentare della Repubblica italiana. Questi atteggiamenti non possono essere più tollerati e nel condannare fortemente quanto accaduto esprimiamo la nostra più sincera solidarietà alla deputata Angela Raffa». Così in una nota il direttivo del gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle alla Camera. 

Pubblicità

Per spiegare «volgarità e doppi sensi» De Luca ricorda, per contro, che la deputata Raffa nel corso di una conferenza stampa del 5 novembre scorso, ha pronunciato la frase: «ripeto ... i giochetti che fanno i maschietti a chi ce l'ha più lungo ... a me non interessa farli». "Non è la prima volta che Angela Raffa si insinua nei nostri post - aggiunge il sindaco - con commenti da vera e propria provocatrice per la serie "Mamma ... Ciccio mi tocca, Ciccio toccami che mamma non c'è'».

Il sindaco di Messina ha quindi postato su Facebook la sua risposta istituzionale risposta ad Angela Raffa: "Non ho mai nemmeno pensato a lanciare offese sessiste all'on. Raffa, innanzitutto perché nutro un profondo rispetto per il genere femminile, come dimostrato dalla mia squadra di governo e dal peso delle deleghe a loro affidate e poi perché al gioco delle allusioni, dei doppi sensi e della volgarità, la Raffa mi batterebbe sonoramente come dimostra questa perla estratta da un suo recente intervento."
"Nel merito del problema - ha aggiunto De Luca durante un sopralluogo nei centri ricoperti da fango e detriti causati dal maltempo - non consentiremo alla Raffa di distrarre l'opinione pubblica dal fatto che per Alì Terme come per gli altri Comuni più di recente colpiti da eventi alluvionali o calamitosi non ci sono progetti concreti, ma solo prese in giro. Ovvero non ci sono i 20 milioni di euro che servirebbero per fare un intervento che va ben distinto da una semplice manutenzione strordinaria, a meno che gli interventi previsti non siano sempre quelli che ANAS ha fatto in questi 10 anni e cioè disgaggi, reti e barriere con i risultati che conosciamo. Un'opera strutturale nuova (galleria) non c'entra nulla con la manutenzione ordinaria o straordinaria che sia e l'impresa si individua con un'appalto specifico e non può essere già individuata prima ancora del progetto.

Quindi - ha concluso il Sindaco De Luca - se Angela Raffa ha qualcosa di serio da dire sull'argomento, ma ne dubito, la aspetto ad Alì Terme per un confronto pubblico. Tutto il resto è... la solita noia che può servire alla Raffa per ricordare al mondo la sua esistenza mentre noi affrontiamo e risolviamo quotidianamente emergenze generate anche sale omissioni di coloro che ci governano dall’alto.”

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: