Notizie locali
Pubblicità

Politica

Tensioni nel governo Draghi, ma Floridia rassicura: «In Sicilia nessuna spaccatura tra Pd e M5s»

La candidata Presidente alle primarie nel campo progressista: «Abbiamo temi chiari e condivisi soprattutto alle Regionali»

Di Redazione

«Sicuramente qualunque cosa accada al governo in Sicilia è un’altra partita. Nell’isola il Movimento Cinque Stelle e il Pd sono insieme e continuano a lavorare insieme. Sfido qualsiasi altro rappresentante del Pd a dire il contrario. Stiamo lavorando sui temi e stiamo lavorando bene». A dirlo il sottosegretario all’istruzione Barbara Floridia, candidata Presidente alle primarie nel campo progressista oggi durante un incontro al comitato elettorale a Messina.

Pubblicità

«La spaccatura a livello nazionale - prosegue Floridia - non creerà problemi alle regionali, perché la spaccatura non è tra Movimento Cinque Stelle e Pd. Le richieste di Conte, che non sono una spaccatura, sono soltanto delle richieste chiare sui temi al Governo che è complesso e ricco di diverse forze politiche. Non è assolutamente un problema con il Pd. Abbiamo temi chiari e condivisi soprattutto alle Regionali». 

Situazione diversa a Roma dove lo strappo dei 5 stelle sul decreto aiuti alla camera rischia di aprire le porte al Senato ad una pericolosa partita che potrebbe mettere in crisi maggioranza e governo. La decisione di non votare il dl nel suo complesso a Montecitorio (che ha comunque ricevuto l’ok con 266 sì) potrebbe essere replicata anche a palazzo Madama dove è previsto il voto congiunto con la fiducia. E al momento non sembrano esserci segnali di distensione da parte di Giuseppe Conte che ne fa una questione di coerenza e linearità dei pentastellati. 

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA