Notizie locali
Pubblicità

Politica

Ucraina: Rosato,per accordo Zelensky faccia qualche rinuncia

Bene Draghi con Putin, uomo giusto per mediazione

Di Redazione

ROMA, 27 MAG - "Draghi telefona solo quando si rende conto che forse la sua telefonata può avere qualche effetto ed essere utile per affrontare un problema che è gigantesco sul piano alimentare. La questione del grano è fondamentale. Un intervento di questo tipo va fatto con la consapevolezza che Putin usa anche le armi alimentari come elemento della sua guerra. Si riesce a trovare una soluzione a questa guerra che non sia quella drammatica di spararsi per sempre? La democrazia deve fare la sua parte. Ma bisogna chiamare anche Zelensky perché l'accordo si farà solo se l'Ucraina farà qualche rinuncia. Questa cosa gli ucraini devono elaborarla e metterla sul piatto". Lo ha detto il vicepresidente della Camera e presidente di Italia Viva Ettore Rosato, intervenendo ai microfoni della trasmissione "L'Italia s'è desta" su Radio Cusano Campus. "Fin quando la situazione è questa però - sottolinea - noi non possiamo non inviare le armi e supportare l'Ucraina perché se l'Ucraina smette di resistere, allora sì che sparisce l'Ucraina". Sul ruolo di Draghi mediatore, Rosato osserva: "Draghi sta dimostrando anche in un mestiere non suo di avere le capacità, l'autorevolezza per essere un punto di riferimento per l'Europa per avere un'interlocuzione alla pari. Macron si è esposto molto nella prima parte, oggi Draghi è l'uomo giusto per fare questo mestiere di mediazione".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: