Notizie locali
Pubblicità

Coltivi...Amo

Sviluppo delle eccellenze rurali siciliane

Di Redazione

Diversi sono i fattori che nel tempo hanno ostacolato lo sviluppo delle aree rurali interne siciliane: esodo della popolazione per carenza di servizi e opportunità lavorative, scarsa apertura verso l’esterno e bassa propensione all’innovazione, inadeguate infrastrutture tecnologiche e reti di trasporto locale. 
Negli ultimi decenni la politica di sviluppo rurale ha puntato sulla riqualificazione e sulla promozione delle aree marginali dell’isola, sia per migliorare la qualità della vita e garantire la permanenza della popolazione e delle imprese sia per favorirne l’attrattività a livello turistico. A tale scopo sono state messe in atto diverse strategie d’intervento, volte innanzitutto alla tutela e alla valorizzazione del territorio e del patrimonio paesaggistico: conservazione della biodiversità, recupero di cultivar autoctone, utilizzo di pratiche agricole eco-compatibili (ricorso a fonti di energia alternativa, risparmio idrico, agricoltura biologica, utilizzo di pratiche agricole a basso impatto). 

Pubblicità

 


La politica di sviluppo ha messo in atto anche misure volte a migliorare l’attrattività di tali aree, tramite la diversificazione e la specializzazione delle attività agricole, sostenendo la qualità delle produzioni e dei processi produttivi e rendendo competitivi i prodotti tipici. Diverse aziende puntano oggi sulla pluriattività, creando servizi in settori connessi a quello primario, ad esempio inserendo l’offerta turistica in azienda. Si punta molto anche sulla funzione ricreativa, sociale, didattica e culturale: sviluppo dell’agriturismo, trasformazione e vendita in azienda di prodotti tipici, creazione di percorsi enogastronomici, realizzazione di strutture a carattere educativo e divulgativo (fattorie didattiche, percorsi museali). 

 

 


La politica di sviluppo delle aree rurali promuove anche la creazione di reti di aziende e la costruzione di filiere settoriali e territoriali, supporta, infine, l’ammodernamento delle imprese, che sempre più investono in strutture e tecnologie (anche nell’ambito della comunicazione e dell’informazione). 
Negli ultimi anni, quindi, si sta assistendo a un cambiamento culturale nei confronti dei territori rurali e diversi soggetti, per varie motivazioni (stile di vita più salutare, contatto diretto con la natura, nuova gestione di tradizionali imprese familiari, creazione di nuove attività imprenditoriali), hanno deciso di investire in tali aree.

 

Istituto Superiore “I. e V. Florio” di Erice, Liceo della comunicazione e della cultura enogastronomica, classe I LE

 

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA