Notizie Locali


a quota 1700

Capretta finisce in un pozzo damuso sull’Etna: salvata dai vigili del fuoco

   

Di Redazione |

I Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Catania sono intervenuti, oggi, per il salvataggio di una capretta caduta all'interno di un "pozzo damuso" vulcanico crollato.

Sul posto sono intervenuti il nucleo SAF (Speleo Alpino Fluviale) del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Catania e gli Elisoccorritori del Reparto Volo dei Vigili del Fuoco di Catania.

Presenti anche due veterinari, personale della Forestale e volontari di un'associazione animalista. La capretta sarebbe stata destinata a morire se fosse rimasta all'interno della depressione vulcanica, nella quale si trovavano, infatti, resti di animali meno fortunati.

La località, che si trova a 1700 mt di quota, sopra Bronte a Piano dei Grilli, è stata raggiunta percorrendo a piedi un sentiero che partendo da monte Egitto porta al versante Ovest dell'Etna per quasi 1 km.

La capretta, dopo essere stata raggiunta dai soccorritori, è stata immobilizzata e portata in salvo con tecniche di derivazione speleo-alpino-fluviale.

Una volta verificato il buono stato di salute, è stata liberata.

Pare che fosse lì da diverse settimane e che qualcuno gli portasse addirittura da mangiare per tenerla in vita. La chiamata di soccorso è arrivata dalla Forestale. Il salvataggio è stato possibile grazie anche alla presenza dei veterinari che sono stati messi nelle condizioni di scendere nel  pozzo vulcanico e poter intervenire direttamente sull'animale per prepararlo al salvataggio.Pare che fosse lì da diverse settimane e che qualcuno gli portasse addirittura da mangiare per tenerla in vita. La chiamata di soccorso è arrivata dalla Forestale. Il salvataggio è stato possibile grazie anche alla presenza dei veterinari che sono stati messi nelle condizioni di scendere nel  pozzo vulcanico e poter intervenire direttamente sull'animale per prepararlo al salvataggio.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA