Notizie locali
Pubblicità

Qua la zampa

La Caritas di Catania provvede ai cani e ai gatti dei senzatetto

Dopo un monitoraggio a livello cittadino, realizzato dagli operatori dell’organismo diocesano, sono state diverse le associazioni animaliste e anche i privati disponibili a prendersi cura di cani e gatti

Di Redazione

La Caritas Diocesana ha avviato una serie di collaborazioni destinate ad agevolare i senza dimora che decidono di evitare l’ingresso nelle strutture di accoglienza o da familiari o amici per non abbandonare cani e gatti che sono diventati inseparabili compagni di vita. Dopo un monitoraggio a livello cittadino, realizzato dagli operatori dell’organismo diocesano, sono state diverse le associazioni animaliste e anche i privati disponibili a prendersi cura di cani e gatti.

Pubblicità

Un impegno che è stato consolidato nel corso di una donazione di alimenti per felini destinata all’associazione "Le AristoGatte", vero e proprio punto di riferimento cittadino per i gatti randagi da oltre un decennio, grazie alla costante presenza delle volontarie e all’infaticabile lavoro della presidente Vera Russo. "L'associazione è nata dieci anni fa - ha spiegato - come esigenza derivata dall’assenza di realtà deputate all’accudimento degli animali, in particolare dei gatti. Da noi tutti i nostri amici sono seguiti quotidianamente anche col supporto dei veterinari. Cominciamo questa collaborazione con la Caritas perché è importante far capire che noi operiamo con tutte le parti del sociale, vogliamo essere sempre dalla parte di chi ha bisogno e quindi questo rapporto sarà fondamentale per rafforzare la rete delle associazioni". La Caritas Diocesana di Catania, inoltre, da anni contribuisce in modi differenti alla tutela di cani e gatti dei senza dimora, fornendo donazioni dedicate sulla base delle forniture alimentari ricevute per uso animale e dando le indicazioni utili per le vaccinazioni, microchip e il contatto con un veterinario

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: