Notizie locali
Pubblicità

Ragusa

“Università, formazione, lavoro: cosa fa per me?”

Un successo l’evento finale del progetto “Costruiamo il futuro”, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Una mattinata al Fermi di Vittoria, dedicata ai ragazzi, per parlare loro di cosa vuol dire scegliere la propria strada

Di Redazione
Pubblicità

“Università, formazione, lavoro: cosa fa per me?”. Questo il titolo dell’evento finale del progetto “Costruiamo il futuro”, che si è tenuto martedì nell’aula magna dell’lIS “Enrico Fermi" di Vittoria. Una mattinata dedicata ai ragazzi per parlare loro di cosa vuol dire scegliere la propria strada: Università, formazione, mondo del lavoro, riflettendo anche su motivazione personale e del come mettersi in gioco. Numerosi gli interventi che si sono alternati, preceduti dai saluti istituzionali, intorno a mercato del lavoro, Servizio Civile Universale, scelta universitaria, mondo delle start-up e imprese giovanili, e molto altro. Un evento che è stata anche l’occasione per passare in rassegna le azioni progettuali svolte negli ultimi tre anni sotto l’egida della Coop. Sociale Nuovi Orizzonti, presieduta da Marilena Meli, capofila di una rete che ha continuato a garantire il proprio sostegno a ragazzi, famiglie e comunità anche in piena emergenza Covid-19.
L’appuntamento, moderato dal vicepreside dell’istituto ipparino prof. Francesco Tumino, è stato introdotto da un momento musicale a cura del coro “Talia” diretto dalla maestra Cettina Malignaggi. I ragazzi - tra loro anche diversamente abili - nel pieno segno dell’inclusività, hanno eseguito col linguaggio dei segni l’Inno d’Italia e il brano “Resistenza” di Fiorella Mannoia.
A seguire, i saluti della dirigente scolastica Rosaria Costanzo, di Francesco Aiello, sindaco di Vittoria, Filippo Foresti, vice sindaco e assessore a Cultura e Istruzione, Francesca Corbino assessore ai Servizi sociali, Giuseppe Fiorellini, assessore alle Politiche del lavoro. L’amministrazione vittoriese ha parlato con una sola voce di come “la scuola, le associazioni, sono al centro del cambiamento. Realtà della città da sostenere con iniziative mirate”. “Ben vengano quindi le proposte educative del Terzo settore per una forte alleanza con scuole, enti privati e pubblici, un plauso a questa efficace sinergia”, è ciò che hanno rivolto gli amministratori agli attori presenti.

Il Comune, tra l’altro, ha conferito il premio “Vittoria Insigne”, dedicato al mondo scuola (“Vittoria Insigne, alla Scuola di Vittoria per l’impegno e la continua azione di sostegno per la crescita civile e culturale della città”).
Così la dirigente prof.ssa Sara Costanzo, rivolgendosi ai docenti, agli studenti e ai referenti di Costruiamo il Futuro: “Il Fermi si conferma ancora una volta una scuola inclusiva e tutto il nostro impegno è rivolto ai ragazzi; c’è stato un lavoro di squadra intenso, che ci ha visto in sinergia con le agenzie educative del territorio”.
La coordinatrice generale del progetto Costruiamo il Futuro e vice presidente della Coop. Soc. Nuovi Orizzonti, Rosanna Venerando, ha portato i saluti della presidente Coop. Soc. Nuovi Orizzonti, Marilena Meli. Venerando ha, poi, approfondito riguardo al progetto "Costruiamo il Futuro", selezionato da Impresa Sociale “Con i Bambini”, un'ambiziosa sfida educativa nel territorio ibleo e non solo. Non mancando di chiarire il senso del convegno conclusivo. “Riuscire a far guardare i ragazzi oltre il traguardo della maturità, verso il mondo del lavoro, dell’università e del Servizio Civile Universale – ha detto Rosanna Venerando - Ringrazio anche l’I.C. Portella della Ginestra di Vittoria, oltre al Fermi, per il lavoro svolto nell’ambito del progetto nel territorio vittoriese. Costruiamo il futuro conta 21 partner a livello regionale, il nostro progetto si è proposto l’obiettivo di costruire comunità educanti resilienti. Un ente valutatore, l’Università di Messina con il Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, traccerà un bilancio in termini di numeri e risultati”.
Il direttore del Servizio Centro per l'impiego di Ragusa (Dipartimento del lavoro, dell'impiego, dell'orientamento, dei servizi e delle attività formative URP) Giovanni Vindigni, ha offerto ai ragazzi presenti in aula un quadro chiaro ed esaustivo riguardo al mercato del lavoro; come funziona, come ricercare un'offerta e prepararsi a sostenere i colloqui, i servizi CPI a sostegno. Vindigni ha spiegato come dichiarare di essere disponibili per una offerta di lavoro, dell’importanza della stesura di un buon curriculum vitae e del colloquio professionalizzante. Tra le nuove risorse a disposizione del giovane che si affaccia al mondo del lavoro, l’innovativa App “Et labora” . 

Anche il Servizio Civile Universale, importante occasione per mettersi in gioco e scoprirsi, tra le alternative che un ragazzo, dopo la scuola, può scegliere per trovare la sua direzione per il futuro. Ne ha parlato Domenico Leggio, direttore della Caritas diocesana di Ragusa.
Simone Diquattro, presidente della Consulta comunale giovanile di Ragusa (Sportello Universitario - Informagiovani Ragusa) ha parlato della scelta universitaria, e di come affrontarla consapevolmente.
Infine Eva Cappello di Confcooperative Ragusa e amministratrice della coop. agricola “Piano Stella” , Simone Digrandi, Delegato Politiche giovanili del Comune di Ragusa e responsabile Informagiovani Ragusa, hanno parlato di come trasformare se stessi, di come mettere passioni e idee al centro del proprio percorso di crescita, illustrando strumenti e consigli a sostegno dell'imprenditoria e dell'occupazione.
Attenti e partecipi gli studenti, che hanno avuto piena disponibilità di confronto da parte dei relatori anche al di fuori del convegno scolastico.
“Costruiamo il Futuro” è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. www.conibambini.org”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità