Notizie Locali


SEZIONI
Catania 35°

Attualità

Il Comune di Ragusa presenta l’istituzione della Denominazione comunale di origine

Mercoledì sarà illustrata l'iniziativa che mira a tutelare e valorizzare in primo luogo la produzione tipica del mondo agricolo, ma anche i piatti della tradizione e alcuni prodotti artigianali di eccellenza

Di Redazione |

Mercoledì 27 marzo alle 18.30, presso l’auditorium del Centro Commerciale Culturale “Mimì Arezzo” di via Giacomo Matteotti n. 61, verrà presentata ufficialmente l’istituzione della Denominazione Comunale di Origine (acronimo De.Co.) Ragusa, che mira a tutelare e valorizzare in primo luogo la produzione tipica del mondo agricolo, ma anche i piatti della tradizione e alcuni prodotti artigianali di eccellenza.

La Denominazione Comunale, nata anni fa da un’idea del giornalista Gino Veronelli, ad oggi è già stata adottata da più di 400 comuni italiani. La De.Co. non è un marchio di origine protetta, ma rappresenta un riconoscimento concesso dall’Amministrazione comunale a qualcosa collegata al territorio e alla sua collettività, senza sovrapposizione alcuna con i prodotti a denominazioni d’origine come possono essere l’olio Dop Monti Iblei o il Ragusano Dop.

La De.Co. Ragusa è stata istituita dal Comune di Ragusa con deliberazione del Consiglio Comunale n. 32 del 20 settembre 2023 con la quale è stato approvato anche il relativo regolamento, ed è indubbiamente legata alla produzione tradizionale del territorio comunale ragusano di prodotti e lavorati dell’enogastronomia e dell’agroalimentare oltreché ai saperi specifici locali.

Con questa iniziativa l’Amministrazione Comunale intende valorizzare dal punto di vista turistico la destinazione e la propria comunità, proprio per consentire sia al cittadino che al visitatore di poter conoscere, apprezzare e degustare i prodotti là dove si producono e consumano. 

Con Determinazione Sindacale n.57 del primo dicembre 2023 è stata nominata la Commissione, composta da tecnici ed esperti del settore, che ha sviluppato il disciplinare per il primo dei prodotti individuati, ritenuto meritevole della Denominazione Comunale: la “Scaccia co pummaroru e cosacavadu rausana”.

Proprio nella conferenza di giorno 27 marzo sarà presentato questo primo prodotto De.Co. e il suo disciplinare, oltre ai componenti della Commissione della quale fanno parte l’assessore allo Sviluppo Economico, Giorgio Massari, che ne è il presidente, e:

– Giorgio Flaccavento, storico, esperto di tradizioni, usi e costumi locali;

– Gaetano Cosentini, antichista, ricercatore, insegnante di greco e latino;

– Lina Lauria, docente di scienze degli alimenti e Consigliere nazionale Slow Food;

– Carmelo Iacono presidente della Confraternita dei Cenacolari dell’Antica Contea;

– Andrea Roccaro, CNA Ragusa e Consigliere regionale dell’Ordine Tecnologi Alimentari Sicilia e Sardegna;

– Danilo Tomasi, Vicepresidente Confcommercio e ristoratore;

– Salvatore Scollo, Confimprese Iblea e ristoratore.

La manifestazione del 27 marzo si aprirà, alle 18.30, con i saluti del sindaco Peppe Cassì e dell’assessore allo Sviluppo Economico e Promozione della Città, Giorgio Massari. Seguirà la presentazione del logo De.Co., ideato dall’illustratore e grafico Carlo Blangiforti e gli interventi dei componenti della commissione.

Alla fine dell’evento si svolgerà una degustazione di scacce realizzate secondo il disciplinare stabilito per la De.Co. della “Scaccia co pummaroru e cosacavadu rausana”. I vini che accompagneranno la degustazione sono vini locali offerti da rinomate cantine del territorio ragusano.

Il servizio catering sarà realizzato a cura dell’Istituto professionale – Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera Galileo Ferraris di Ragusa.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA