Notizie locali
Pubblicità

Ragusa

Si è dimesso il sindaco sfiduciato ma rimasto in sella con un cavillo

Sebastiano Gurreri ha lasciato la carica a due giorni dalla sentenza del Tar sul ricorso dei consiglieri che contestavano la mancata decadenza

Di Redazione

Si è dimesso il sindaco di Chiaramonte Gulfi (Ragusa), Sebastiano Gurrieri che era stato sfiduciato il 10 gennaio scorso nel corso di una seduta del consiglio comunale. Otto consiglieri comunali avevano votato la sfiducia, ma questa non era stata ratificata dalla presidente del consiglio comunale Alessia Puglisi che aveva applicato una normativa precedente a quella attuale, dopo un parere in tal senso espresso dalla segretaria comunale.

Pubblicità

L’assessorato regionale Enti Locali aveva scritto al comune segnalando gli errori commessi e suggerendo di correggerli. I consiglieri di opposizione , che avevano presentato la sfiducia, avevano presentato ricorso al Tar, che aveva concesso la sospensiva, mentre l’udienza di merito era prevista per il 23 marzo. Gurrieri ha anticipato i tempi ed ha rassegnato le dimissioni.

Nel frattempo anche il Cga si era espresso con un’ordinanza che rigettava il ricorso della presidente del consiglio comunale contro l’ordinanza del Tar. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA