Notizie locali
Pubblicità

Ragusa

Scicli, speronò le vigilesse che l'avevano multato: 47enne finisce in carcere

L'uomo non aveva accettato la contravvenzione e aveva pretese che il verbale venisse annullato

Di Redazione

È stato tempestivo e determinante l'intervento dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Modica che ha portato all’arresto di un pluripregiudicato 47enne di Scicli.

Pubblicità

 

 

La vicenda avrebbe avuto inizio nella mattina di domenica, a seguito di una contravvenzione comminata all’uomo da una pattuglia della Polizia Locale di Scicli. Il soggetto, qualche ora dopo, sempre nel centro di Scicli, avrebbe speronato un’altra pattuglia della Polizia Locale sbarrandole la strada ed impedendole di procedere la marcia. Successivamente avrebbe preteso che le due ispettrici della pattuglia annullassero il verbale. Al rifiuto delle vigilesse, dopo diverse minacce, l’uomo le avrebbe aggredite fisicamente, procurando loro lesioni e, riuscendo anche a sottrarre le chiavi dell’autovettura di servizio per poi allontanarsi alla guida del proprio veicolo.

Rintracciato rapidamente dai Carabinieri, è stato sottoposto a perquisizione che ha dato esito positivo, in quanto lo stesso veniva trovato ancora in possesso delle chiavi sottratte poco prima. Nel corso delle attività di polizia giudiziaria l’uomo, in evidente stato di agitazione, ha continuato a proferire minacce nei confronti degli operatori della Polizia Locale, denudandosi e provando più volte a scagliarsi fisicamente contro gli stessi. Arrestato per i reati di rapina, lesioni personali, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento, dopo esser stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, a seguito della convalida dell’arresto, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Ragusa come disposto dalla Autorità Giudiziaria.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: