Notizie locali
Pubblicità

Ragusa

Targa per vittime di Ravanusa, sopravvissuta: «Ho perso tutta la mia famiglia»

Nell'esplosione dovuta ad una fuga di gas, Rosa Carmina ha perso otto familiari

Di Redazione

«Della mia famiglia sono morti in otto, tutta la mia famiglia è morta. Ero a casa tranquillamente, quella sera. Poi è scoppiato tutto e io sono caduta fra le macerie, sono venuti i pompieri ad aiutare me e mia cognata». Lo ha detto fra le lacrime Rosa Carmina, una delle due sopravvissute della strage di via Trilussa a Ravanusa, dopo la scopertura della targa dedicata ad alcune vittime Selene, Samuele e Giuseppe Carmina. "Veniva a lavorare nella strada un’impresa di San Cataldo (Cl) e gli operai ci dicevano che eravamo in pericolo - ha spiegato Rosa Carmina -, ma noi non capivamo e non abbiamo approfondito".

Pubblicità

«E' importante e toccante questa manifestazione perché ci sta facendo rivivere il tragico momento che abbiamo vissuto», ha detto l’altra sopravvissuta: Giuseppa Montana - . «Oggi è una giornata bella e triste allo stesso tempo - ha detto, invece, il parroco don Davide Burgio - . Celebrare la memoria in tempo di Pasqua e di resurrezione ci invita a sperare che la morte sia solo un momento di passaggio». 
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: